Esilio?

Oggi ho letto in giro, in rete e sui giornali, ed anche ascoltato in radio e tv, alcuni orrori a proposito di un anniversario di morte che è caduto oggi. Sinceramente sono abbastanza nauseato dal come le parole vengano usate in modo forzato, addirittura contrario al loro senso reale, e altrettanto sinceramente sono stanco di ribaltamenti della realtà. Già ne ho sopportati troppi, per anni, nel privato, pertanto non ho molta voglia di sentirne altri pubblici. Di conseguenza, con un comune vocabolario, si può verificare quanto segue.
Dire che una persona è in esilio, o che è stata esiliata, significa che in seguito a rivolgimenti politici nel proprio Paese ne viene allontanata. E’ successo, in Italia, con la casa Savoia nel 1946: a seguito della trasformazione da monarchia a repubblica, la famiglia reale è stata allontanata dal Paese. Un esilio è una sorta di “foglio di via” che viene fatto da un intero Paese. Qualcuno, storicamente, ha scelto a volte di andarsene un attimo prima che gli venisse dato questo particolare provvedimento, si parla allora di “esilio volontario”. In certi casi un esilio può essere la conseguenza di un processo, proprio nel senso giudiziario, e può essere inflitto come pena. In nessun caso si può parlare di esilio, o che qualcuno è stato esiliato, prima che avvenga un processo, un provvedimento in tal senso. A questo si aggiunga che il codice penale italiano, nella rosa delle pene che possono essere inflitte alla fine di un procedimento, non contempla l’esilio. Di conseguenza, in Italia, non viene adottato l’esilio dal 1946, anno dell’esilio dei Savoia, e dire che è avvenuto un esilio è un controsenso non solo in senso giuridico, ma anche politico ed è un’offesa (anche storica) al buon senso. Soprattutto, non si può parlare di esilio se si espatria proprio per sfuggire ad eventuali provvedimenti giudiziari.
Pertanto, Bettino Craxi non è morto durante un esilio, ma durante una latitanza.
Sono due cose diverse.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in provocazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...