Bombe a diverse intensità

“Mai in Italia si era verificato che un terremoto provocasse un dissesto idrogeologico”, così il TG2 affronta lo sprofondamento di una fetta di territorio emiliano da poco colpita dal sisma, nella zona di San Carlo.
Probabilmente, non essendosi trattato di un mega-super-terremoto stile Big One, non è che è stato il sisma, ma noi ad esagerare con il dissesto idrogeologico. Da un lato, troppo consumo di territorio, dall’altro un’insensata esagerazione nel consumo di sottosuolo. D’altronde non poteva essere diversamente: dopo aver intasato completamente il suolo, la tappa successiva poteva solo essere il sottosuolo.
Così, mentre qualche brillante accademico, non tanto lontano da qui, sta conducendo una ricerca universitaria per evidenziare possibili collegamenti tra il sisma emiliano e le perforazioni petrolifere in Adriatico, sulla terraferma italiana si continua come se nulla fosse, e sia in Emilia sia a Bagnolo Mella, nella bassa bresciana, si parla di trasformazione del territorio in “hub del gas”, facendo anche apparire la cosa alle popolazioni locali come positiva.
Fare un hub metanifero significa scavare una grande caverna sotterranea, nella quale stipare, ovviamente a pressione maggiore rispetto a quella atmosferica, qualche milione (in certi casi qualche miliardo) di tonnellate di gas metano. Non male, così al prossimo terremoto facciamo il botto. Con città e paesi interi situati sopra tanti metri cubi di esplosivo (per chi voglia approfondire, c’è google, e ce ne sta per tutti i gusti), su zone che già sono sismiche per fatti loro. Non male, vero?
Ma possiamo stare tranquilli, noi, perchè i pericoli sono altri. Dopo Genova e Brindisi, ora è spuntata quest’altra favoletta di Londra, Bristol e delle olimpiadi, così potremo stare tutti a pensare agli anarchici cattivi che vogliono fare la guerriglia a bassa intensità (contro quei poveracci dei ricchi, che non hanno fatto nulla di male). Anche se poi staremo seduti su bombe di gas metano che in caso di botta non saranno affatto a bassa intensità.
Auguri, Italia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in provocazioni. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Bombe a diverse intensità

  1. storiediunadonna ha detto:

    Perchè non va bene così? se la popolazione la ritiene positiva …..

  2. aramcheck ha detto:

    Oggi secondo il TG è la stessa FAI(informale) a minacciare Londra e l’Europa. Una anarco-spectre in piena regola.

  3. Alessia ha detto:

    tristemente vero, bravo Alessandro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...