Sull’incendio di Bellona

 Martedì, al mattino presto, ha preso fuoco la Ilside di Bellona, in provincia di Caserta.

Per un motivo legato all’emotività popolare, visti gli eventi degli scorsi anni e quello di Acerra di fine marzo, è stata diffusa la notizia, da giornali, blog, siti di attivisti, che a Bellona stiano bruciando delle ecoballe.

La Ilside è un’azienda di trattamento e smaltimento di rifiuti misti, abilitata a smaltire sia i rifiuti solidi urbani, sia rifiuti speciali di provenienza industriale. Pertanto, a bruciare non sono ecoballe, ma scarti di attività industriali, che andando in fumo generano sostanze ben più pericolose delle ecoballe stesse, in un mix tossico-nocivo che va classificato come disastro ambientale, e subito.

Martedì sulla zona ha piovuto. La pioggià ha la malaugurata proprietà di trascinare a terra tutte le polveri in sospensione nei fumi dell’incendio, pertanto i residui solidi di combustione si sono già depositati sui terreni, sulle case, nei polmoni delle persone. Al momento l’incendio è ancora in corso, con venti variabili a diverse quote, pertanto le polveri ed i fumi si stanno spargendo un po’ ovunque, in varie direzioni.

Anni fa, come scrissi in “Le vie infinite del rifiuti”, avvenne un incendio simile, ma di minore gravità, presso un impianto situato a Manocalzati (AV). In quell’occasione, andarono in fumo seimila tonnellate di soli rifiuti urbani, ed il Comune di Manocalzati decise di evacuare la popolazione nel raggio di qualche chilometro.

Ci si chiede come mai a Bellona e comuni limitrofi non si sia preso un provvedimento simile, lasciando la gente a respirare residui di combustione di plastiche, idrocarburi, gomme, e tutto il resto.

Nel video che segue, c’è il servizio, a firma di Antonio Iorio, giornalista casertano con cui ho avuto l’onore di collaborare nei mesi scorsi, girato alla Ilside nelle prime ore di martedì, quando i vigili del fuoco reputavano ancora domabile l’incendio. Ora invece si sa che non è domabile in tempi brevi. E nel frattempo, speriamo che non piova.

Qui c’è il video su Tv Luna.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in discariche, vie dei rifiuti. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sull’incendio di Bellona

  1. Pingback: Italia unita. « Disadattati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...