4 febbraio. Sepolto nella neve.

Tutto è iniziato ieri sera.
All’improvviso un lampo, un fulmine, un tuono. Poi un altro.
Cosa strana, mi sono detto. Quello temporalesco è un fenomeno estivo. Un temporale estivo con questo freddo? E le nubi calde e basse cariche d’acqua dove stanno? E perchè non si sente il rumore del rovescio?
Uno sguardo alla finestra, ed il fenomeno che non avevo mai visto mi appare in tutta la sua drammaticità termodinamica. Altro fulmine, vicinissimo, un tuono quasi immediato e forte, ed ecco il rovescio. Ma un rovescio di neve. Cosa mai vista prima.
Già stava nevicando da circa 24 ore, si pensava che il peggio fosse passato. Invece eccolo il peggio: una bufera di neve, con tuoni, fulmini e saette. Tutti i rumori del temporale, tranne quello dell’acqua, sostituito dal silenzio ovattato della neve. Un’alchimia silenziosa.
Il risultato, eccolo qua.

Tanto per cominciare, uscendo di casa vengo accolto da un pupazzo di neve e dalla fontana completamente ghiacciata.

Pupazzo e fontana di ghiaccio

Subito mi rendo conto che dovrò muovermi a piedi, perchè non posso prendere la macchina…

Sì è la mia

In effetti, anche per poter uscire a piedi ci sono un po’ di difficoltà:

Per uscire di casa

Per strada ci sono automobili messe peggio della mia…

Il mio proprietario mi riconoscerà?

Sinceramente mi meraviglio del fatto che i pedoni debbano camminare sui marciapiede…

I pedoni dovrebbero essere sul marciapiede

In Piazza Kennedy c’è l’autostazione, dove si vede a colpo d’occhio che le linee di trasporto pubblico sono state tutte sospese:

Autostazione. Niente bus

E c’è anche chi non sa più che targa ha…

Non so più che targa ho...

Eppure, il miracolo è sempre dietro l’angolo: ci lamentiamo sempre della mancanza di parcheggi, eppure qui ci sono ben due posti per parcheggiare! Infatti non capisco come mai nessuno ne ha approfittato…

Miracolo! Un posto libero per parcheggiare!

In strada ci sono gli spartitraffico di neve:

Spartitraffico di neve

Qualcuno ha avuto un incontro ravvicinato con un albero:

Ho avuto un incontro ravvicinato con un albero
&nbsp:

E intanto si continua a spalare…

C'è ancora molto da spalare

L’importante è rientrare a casa prima dell’imbrunire, e aspettare primavera per poter recuperare la macchina.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in fuffa, vita. Contrassegna il permalink.

7 risposte a 4 febbraio. Sepolto nella neve.

  1. superpralinix ha detto:

    Ciao Alex, la neve è bellissima e le foto sono super ma mi dispiace un casino per le difficoltà, anche in Romagna la situazione è pesante, mentre a Firenze dove sto “perfortuna” solo un freddo allucinante (che culo) ma la neve è scesa in tutta la Toscana… ti mando un grande abbraccio.

  2. semplice1 ha detto:

    Forse abitiamo in zone diverse..a Roma è arrivata senza rumore e banda! 😉

  3. minpeppex ha detto:

    Secondo te suona male se dico che in questi giorni te ed io siamo “compagni di sepoltura”??? 😛

  4. tiptop ha detto:

    e neanche una renna!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...