.: Avrei voluto… :.

Aggiornamento: La Cassazione ha detto sì! I quesiti referendari sono validi! Il referendum si fa!
Per informazioni, vedere Repubblica, o tutto il resto della rete.
 

…fare altro, nei giorni attorno al 2 giugno. Ma non ci sono riuscito. Purtroppo un po’ di eventi, anche piuttosto pesanti emotivamente e praticamente, hanno invaso e catalizzato la mia vita quotidiana, togliendomi la possibilità di fare altro. Cose che capitano, d’accordo, per carità, non sto certo a fare la vittima (però un “che palle!” ci sta tutto).

Avrei preferito non dico essere compreso dalle persone che mi circondano, perchè “essere compresi” forse è una cosa un po’ troppo grossa, ma almeno essere creduto, o almeno che non venisse sottovalutato e minimizzato quel che dicevo circa i guai che sono arrivati. Almeno questo. Non mi è stato concesso. E invece era ed è come dicevo e dico io, perchè sono stato sincero e lo scrivo qua, pubblicamente, come atto di onestà intellettuale.
Resta il pasticcio personale mio, Pasticcio che in un modo o in un altro devo risolvere, ed anche in breve tempo, sperando di non fare errori (cosa peraltro umana), e soprattutto sperando almeno di essere ascoltato.
Di sicuro, se per lo meno riuscissi a comunicare, sarebbe meglio 🙂 Fino ad ora ho trovato le porte chiuse.
Ma passiamo oltre, perchè non posso tediare i tre lettori con i miei pasticci personali. 🙂
 

Cose serie
Oggi alle 9.00 in punto, l’ufficio centrale elettorale presso la corte di Cassazione si riunisce per decidere se annullare o meno il referendum sul nucleare dopo il decreto legge del governo, il cosiddetto “decreto omnibus”, nel quale è contenuta la “moratoria” sul ritorno all’atomo. Il decreto, firmato dal capo dello Stato, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale sul numero 122 del 27 maggio. Ai giudici della Cassazione, quindi, spetta il compito di verificare se, a questo punto, il quesito referendario sia ancora valido dopo le modifiche che il governo ha effettuato alla legge sulla quale il si chiede al popolo di esprimersi, ossia se il testo licenziato dal Parlamento renda di fatto superato il quesito referendario o no.
Il nodo centrale, che spetterà alla Suprema Corte valutare, è se l’emendamento del Governo cancelli completamente il programma di ritorno al nucleare o se, come temono i sostenitori del referendum (me compreso), semplicemente lo rimandi a tempi migliori.
Dal mio punto di vista, se il referendum venisse annullato, si realizzerebbero le peggiori paure di chi teme che, nei prossimi anni, passato il clamore e l’onda emotiva per quanto accaduto a Fukushima, si torni ancora una volta su un programma di sviluppo dell’energia nucleare, come in pratica già confermato dal Governo.

Nel corso della giornata, e se sarà il caso sarà mia cura aggiornare questo post, forse avremo anche una risposta.
In ogni caso, è bene tenere alta l’attenzione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pensieri, politica, ridicoli bugiardi, stress. Contrassegna il permalink.

6 risposte a .: Avrei voluto… :.

  1. utente anonimo ha detto:

    Stamattina svegliandomi, e comunque appena ho preso coscienza del mondo reale, anche il mio primo pensiero è stato per il verdetto della Corte di Cassazione… sono d'accordo con te, tenere alta l'attenzione, e sperare che venga presa la decisione giusta

  2. utente anonimo ha detto:

    La Corte di Cassazione ha detto SI'!!! La Repubblica
    La democrazia comincia a venir fuori dalla sua agonia!!!
    Concetta

  3. alex321 ha detto:

    Conce'… ma hai perso la password per loggarti? 😀

  4. tiptop ha detto:

    evviva! non per i pasticci personali, ma per l'agonia (sua di lui politicante)!

  5. alex321 ha detto:

    Il problema è che l'agonia non sarà breve, e soprattutto farà molta terra bruciata, su tutta l'Italia….

  6. minpepp ha detto:

    ahahah, no, non l'ho persa… è la pigrizia… sono in ufficio, devo fare il login, poi prima di andare via devo ricordarmi di fare il logout, vabbé…
    parlando di cose serie, purtroppo condivido la tua idea di agonia breve e terra bruciata… è ovvio che nel tempo che gli resta cercherà di dare tanti di quei colpi di coda che sarà veramente dura riuscire a schivarli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...