.: L’architettura italiana :.

Parto da una mia personalissima opinione.
Guardiamo Milano.
La Torre Velasca fa schifo.
Questa impressione mi fece, quando la vidi per la prima volta, e nulla riesce a farmi cambiare idea.
Che poi, mi domando, come è possibile che una città con quel popo’ di Duomo e quel popo’ di Castello Sforzesco, debba mettere sulle guide per turisti la Torre Velasca, come se non ci fosse altro? C’è davvero bisogno della Torre Velasca? E non fatemi dire a cosa assomiglia, altrimenti il mio linguaggio sfocerebbe rapidamente nello scurrile e nel pornografico… (tanto la Torre Velasca giusto a quello assomiglia, anche se non lo dico).
Non so, sarebbe come dire, a Roma, che sulle guide si dice alla gente di andare a vedere oltre al Colosseo e San Pietro, qualcosa come Corviale. O il palazzo dell’INPS all’Eur.
Sarebbe come dire, a Napoli, di andare a vedere… non San Martino, non il Maschio Angioino, ma che so… il Jolly Hotel, o peggio ancora il grattacielo Wind, che per ora ha il primato di “grattacielo più alto d’Italia” (come se fosse un bel primato… mah!).
Primato, quello del grattacielo Wind, destinato a durare ancora poco: in vista dell’Expo milanese futura (se non si sbranano tutti i soldi), sono in costruzione grattacieli ancora più alti.
Già. Non si è capito perchè, ma qua in Italia si è diffusa l’idea che lo sviluppo si misuri solo in con l’altezza.
Eh no, per favore, basta con questi soliti doppi sensi da caserma quando scrivo che lo sviluppo si misura solo in altezza!
Intendo dire che si è diffusa l’idea che siamo “più moderni” solo se costruiamo edifici sempre più alti…
Siamo poi sicuri, che lo sviluppo di una società sia proporzionale all’altezza dei suoi edifici? O meglio, siamo sicuri che questo metro di valutazione vada bene per questa Italia delle 100 città e dei 1000 borghi?
Intanto, su e giù per l’Italia fioriscono le opere cosiddette architettoniche, dico “cosiddette” perchè ogni anno che passa mi ricordano sempre di più dei simboli fallici, a suggellare l’estremo maschilismo diffuso nella società della penisola.
E non fatemi parlare di quello che ha combinato il famoso architetto della sinistra milanese a Brescia! Se no, altro che simbolo fallico…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in fuffa, madeinitaly, provocazioni. Contrassegna il permalink.

5 risposte a .: L’architettura italiana :.

  1. Galdo ha detto:

    beh anche le torri nere inclinate dell’NH Hotel di Rho Fiera non sono male… sempre per rimanere in tema di falli che pendono da una parte 😉

    ciao Alex!

  2. evdea ha detto:

    Devi fare qualcosa per questa tua ossessione da grattacielo… si fa anche di peggio… pensa alla nuvola di Fuskas…

  3. alex321 ha detto:

    Appunto. L’ha fatto lui, il fallo dritto a Brescia…

  4. SempreAcuacheta ha detto:

    Lasciamo perdere la “nuvola” … me pare che a Roma sta cosa non c’entri assolutamente niente … manco all’EUR!!!
    Almeno ha cambiato stile e ha lasciato perdere i simboli fallici.
    😉

  5. Loreanne ha detto:

    Ciao Alex, come stai???
    Io, per una notizia che mai avrei voluto dare, ho riattivato il blog…

    Ho chiesto aiuto anche alla redazione di Altrenotizie…
    Ti incollo il testo:

    Vi scriviamo per segnalarvi una storia paradossale, che potrebbe avere ripercussioni sulla libertà di divulgazione..
    Lo scorso 3 settembre guardia di finanza e procura della repubblica, hanno oscurato il sito http://www.youandus.it
    il provvedimento è frutto di una legge del 1941, sul diritto d’autore…
    L’anomalia consiste nel fatto che Youandus era un sito di streaming gratuito, che si appoggiava esclusivamente sugli adsense di google. Youandus non ha mai nelle proprie pagine contenuto alcun tipo di materiale coperto da diritto d’autore, ma rimandava semplicemente a dei link esterni, per la precisione da Megavideo, tutt’ora aperto…
    Il ministro Maroni ha recentemente dichiarato che scaricare musica “Non è reato, ma realtà”. Noi ci stiamo attivando per la riapertura di Youandus, che rappresenta una seria minaccia alla democrazia: utilizzando lo stesso principio, è a rischio chiusura chiunque proponga un link esterno, ad esempio da Youtube…

    Un saluto a tutta la redazione, in particolare al caro amico Alex
    Vi preghiamo di prendere in considerazione con la pubblicazione di un articolo, questa italiana storia contradditoria, anacronostica e che fa da apropista a ulteriori pericolosissimi bavagli…

    per informazioni e maggiori dettagli
    http://giramundo.splinder.com
    (sono contenuti due articoli, al momento, che spiegano l’accaduto e preannunciano le iniziative che intendiamo intraprendere)

    è una storia folle, Alex….
    una follia….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...