.: Vie dei rifiuti. Come è andata. :.

Per quanto riguarda Roma, può gongolare chi se l’è persa. Infatti,
per motivi tecnici dipendendi dall’organizzazione dell’evento
“Un’estate alla Sapienza”, la presentazione è stata rinviata
a mercoledì prossimo, 9 luglio, alle ore 21.00,
così non moriamo dal caldo, sempre davanti alla Minerva,
all’interno dell’Università La Sapienza, Piazzale Aldo Moro,
Roma.
 

Passiamo a Salerno.
A parte il caldo infernale (non per il pubblico, che stava
messo abbastanza bene), ancora una volta Salerno dimostra
di essere una delle migliori piazze possibili.
Personalmente sono soddisfatto.
La serata viene descritta in modo eccellente da
Joiyce, che ha già pubblicato un particolareggiato

post
sull’evento, corredato di foto e video.
Insomma, bene così.
A seguire, ci saranno altri due eventi pubblici, dopo
la data di Roma. Poi, credo che anche io mi fermerò.
Ma magari, dopo un caffè, poi si ricomincia…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in vie dei rifiuti. Contrassegna il permalink.

5 risposte a .: Vie dei rifiuti. Come è andata. :.

  1. utente anonimo ha detto:

    Professò, saluti e tante belle cose
    Ho letto il post su nonna Ada. Minchia, che femmina. Perciò sei venuto rosso e un po’ anarchico.
    Tengo papà che ne ha 99 e pure ne ha viste tante. Anche se non è stato fatale come Ada.

    Pensatoio

  2. joiyce ha detto:

    Ciao Alessandro, grazie mille per i complimenti, sei una persona molto gentile e disponibile; in effetti se mi ritrovo anch’io in questo girone infernale dei rifiuti è anche merito tuo. Merito dei tuoi articoli su Altrenotizie, del tuo libro, delle tue inchieste, del tuo enorme, notevole e preziosissimo lavoro. Ho iniziato dal nulla, dal niente a parlare di rifuti e adesso a distanza di due anni quasi non mi sembra vero di essere qua, di essere riconosciuto per strada, di ritrovarmi sui giornali perchè attacco il livoroso e spocchioso sindaco di salerno che vuole far costruire un mega inceneritore da 500000 tonnellate alle porte della mia cittadina di residenza. E’ una bella avventura, non importa se mi impegna tante energie: combattere una battaglia è bello che si perda o si vinca almeno rimane il gusto di averci provato. E’ una battaglia questa dei rifiuti che giocano poche persone, i campani non sono abituati a lottare, tu hai bisogno d’aiuto e io sono qui anche per questo: se saremo onda li travolgeremo! A presto 🙂

  3. macca ha detto:

    Ma riuscirò mai a stringerti la mano?
    🙂
    Daniele

  4. alex321 ha detto:

    Daniele, io sono certo che prima o poi prenderemo un caffè assieme. Magari nel nord-est 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...