.: Segreto di Stato :.

Il 1° Maggio 2008 è entrato in vigore il Decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri (G.U. 16 Aprile 2008 n. 90, quindi occhio, che è roba del
governo precedente) che estende all’Energia il Segreto di Stato.
Grazie a questo Decreto potranno essere secretate, direttamente o indirettamente,
non solo le infrastrutture ma anche le motivazioni della loro esistenza. Alcuni
reputano tale fatto come una grave limitazione ad una corretta informazione per una
adeguata percezione del rischio.
Si sta diffondendo la convinzione (e ci sono tutti gli elementi)
che sia una manovra per facilitare e nascondere l’edificazione
di impianti per l’energia nucleare o per l’incenerimento di rifiuti, occultando al
tempo stesso informazioni su possibili rischi.
Altri sostengono che la segregazione è inerente
a interessi nazionali legati alla difesa: non tutti gli impianti civili per la
produzione energetica rientrano automaticamente in questa categoria.
Qualunque sia l’opinione, c’è di sicuro che
un’apposizione generalizzata del Segreto di Stato contrasta con i principi di
derivazione costituzionale. L’unico problema si presenterebbe nella conversione il
legge del Decreto Scanzano con cui il deposito nazionale per le scorie nucleari
diventerebbe opera di difesa militare di proprietà dello Stato.
Ovvio poi, che con una simile manovra legislativa, viene meno da parte dello
Stato l’adottare il Principio di
Precauzione insieme a quello di Responsabilità, dando priorità alla qualità della
vita e dell’equità sociale, ponendo il mantenimento della Salute al di sopra
dell’interesse economico. Ma questa è un’altra storia…
 

Per chi volesse approfondire, segnalo:


Giuritel.it
(in PDF)
Altalex
Carta (interessante, ben
fatto e ben documentato)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in madeinitaly, politica. Contrassegna il permalink.

17 risposte a .: Segreto di Stato :.

  1. paoloborrello ha detto:

    Sì credo anche io che si stia assistendo ad un’eccessiva estensione del campo di applicazione del segreto di stato. Grazie comunque dell’informazione che non conoscevo.
    Ciao

  2. paoloborrello ha detto:

    Sì credo anche io che si stia assistendo ad un’eccessiva estensione del campo di applicazione del segreto di stato. Grazie comunque dell’informazione che non conoscevo.
    Ciao

  3. utente anonimo ha detto:

    Segnalo a chi non lo sapesse che Umberto Guidoni, il nostro astronauta ed europarlamentare nelle fila del PDCI, ha presentato un’interrogazione prioritaria alla Commissione Europea sulla questione della secretazione di stato di cui all’oggetto di questo post, sotto segnalazione congiunta di vari comitati ed associazioni.

    Alla stessa maniera, ha presentato interrogazione prioritaria riguardo alla questione dei rifiuti tossici smaltibili, da decreto, nelle discariche campane.

    Forza Guidoni!!

    Fabio A.

  4. utente anonimo ha detto:

    Segnalo a chi non lo sapesse che Umberto Guidoni, il nostro astronauta ed europarlamentare nelle fila del PDCI, ha presentato un’interrogazione prioritaria alla Commissione Europea sulla questione della secretazione di stato di cui all’oggetto di questo post, sotto segnalazione congiunta di vari comitati ed associazioni.

    Alla stessa maniera, ha presentato interrogazione prioritaria riguardo alla questione dei rifiuti tossici smaltibili, da decreto, nelle discariche campane.

    Forza Guidoni!!

    Fabio A.

  5. utente anonimo ha detto:

    Direi pero’ che “sono suscettibili di essere oggetto di segreto di Stato le informazioni, le notizie, i documenti, gli atti, le attivita’, i luoghi e le cose attinenti alle materie di riferimento esemplificativamente elencate in allegato” non vuol dire che sara’ possibile costruire una centrale nucleare senza che nessuno lo sappia. Sono infrastrutture critiche (come la rete di telefonia, quella elettrica e gli acquedotti). Un conto e’ prevedere la possibilita’ di apporvi il segreto, un conto e’ metterlo. Ma forse ho una visione ingenua della cosa.

  6. sacchett ha detto:

    Questo dimostra la tesi che non abbiamo speranze.
    Non esistono più (…e da tempo) diverse fazioni politiche.
    Potremmo dire con un termine pallavolistico: Prodi alza la palla (con questa legge) e Berlusconi schiaccia (con il nucleare).
    ciao

  7. utente anonimo ha detto:

    Direi pero’ che “sono suscettibili di essere oggetto di segreto di Stato le informazioni, le notizie, i documenti, gli atti, le attivita’, i luoghi e le cose attinenti alle materie di riferimento esemplificativamente elencate in allegato” non vuol dire che sara’ possibile costruire una centrale nucleare senza che nessuno lo sappia. Sono infrastrutture critiche (come la rete di telefonia, quella elettrica e gli acquedotti). Un conto e’ prevedere la possibilita’ di apporvi il segreto, un conto e’ metterlo. Ma forse ho una visione ingenua della cosa.

  8. infuga ha detto:

    Cose più serie[..] A me la presidente della Regione (Piemonte) sta abbastanza antipatica, a pelle. Il sindaco di Torino un po’ meno, ma poco. In pochi giorni uno spiraglio di fiducia nei loro confronti… e la Stampa me li stronca, facendosi portavoce di un presunto sens [..]

  9. utente anonimo ha detto:

    @ Utente Anonimo

    Non è tanto l’ubicazione di queste installazioni ad essere segreta, ma tutte le informazioni ad esse relative. Ad esempio, il loro eventuale impatto ambientale e relative misurazioni di inquinamento di aria, acqua e suolo: divulgare tali informazioni sarebbe reato punibile con la carcerazione!

    Fabio A.

  10. JeanArmor ha detto:

    Ogni volta che leggo queste cose mi viene da pensare che ci sia un menefreghismo di fondo da parte di tutti. Il problema è, ed è grave, che alla fine segreto o no… le centrali nucleari le vogliono fare. I giornali ne parlano da un pezzo, ma in giro vedo tante alzate di spalle.

  11. nonsologeomangio ha detto:

    Sai cosa mi chiedo? E probabilmente per deformazione professionale…
    Come si fa ad appaltare la costruzione di una centrale nucleare, il cui luogo/capacità/caratteristiche sono segreti?
    Evidentemente anche gli appalti saranno segreti…
    E allora a chi finiranno?

    brrrrrrrrr

  12. nonsologeomangio ha detto:

    Sai cosa mi chiedo? E probabilmente per deformazione professionale…
    Come si fa ad appaltare la costruzione di una centrale nucleare, il cui luogo/capacità/caratteristiche sono segreti?
    Evidentemente anche gli appalti saranno segreti…
    E allora a chi finiranno?

    brrrrrrrrr

  13. Comicomix ha detto:

    I segreti di stato, storicamente, in ogni parte del mondo servono a coprire schifose nefandezze.

    Non credo che questo faccia eccezione, purtroppo.

    Leggere che è opera del governo precedente, mi mette ancora più tristezza.

    Un saluto
    Mister X di COmicomix

  14. Skeight ha detto:

    Mettere il segreto di stato sull’energia quando questa sta diventando anche in Italia uno degli argomenti importanti del dibattito politico vuol dire infliggere un ennesimo vulnus alla democrazia

    p.s. ho chiuso il mio blog per motivi sia tecnici (casini con Splinder) che politici: diciamo che la batosta elettorale unita agli eventi di piazza di Verona, Ponticelli e Roma mi hanno convinto a prendere una pausa per riflettere su che tipo di progetto politico si può portare avanti in Italia. Comunque per il momento scrivo su un altro blog più generico, che è quello che trovi collegato a questo commento 😉

  15. utente anonimo ha detto:

    Pienamente d’accordo col commento #4… queste cose sono inquietanti.

    Rosario

  16. utente anonimo ha detto:

    Pienamente d’accordo col commento #4… queste cose sono inquietanti.

    Rosario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...