.: Segnalazioni :.

Tanto lo so che rimane aperto il dibattito sul post di ieri,
pertanto, ne approfitto per segnalare alcune cose interessanti
in programma per le prossime settimane.
 

IX Assemblea del coordinamento Agende 21 locali italiane
 

La 9° Assemblea del Coordinamento Agende 21 Locali Italiane si terrà a Rimini il 6 e
7 Giugno 2008
, organizzata congiuntamente alla Provincia di Rimini e in
collaborazione con la Regione Emilia Romagna ed il Comune di Rimini.

Come ogni anno,
gli eventi si svilupperanno su due giornate: Venerdì 6 Giugno, presso il Grand Hotel
di Rimini si terranno gli incontri aperti dei Gruppi di Lavoro, seguiti nel
pomeriggio dall’Assemblea ordinaria.
I lavori della 9° Assemblea termineranno Sabato
mattina 7 Giugno con il Convegno nazionale “La partecipazione per l’efficacia delle
politiche di sostenibilità” presso Euro P.A. Fiera di Rimini.

Per informazioni:
Agenda21

 

In marcia per il clima!
 

Il clima sulla terra sta cambiando, ma tardano decisioni condivise ed efficaci della
politica per contrastare questa emergenza planetaria. Spetta dunque a noi
sollecitarle e soprattutto operare una conversione di civiltà che fermi la febbre
del Pianeta. E’ possibile farlo ripensando il modo di produrre energia, di
consumarla per muoversi, abitare, lavorare senza dilapidare le risorse comuni quali
l’acqua, l’aria, la vita sulla Terra.
A Milano il 7 Giugno sarà possibile mettersi
in “Marcia per il Clima!”: si terrà una grande manifestazione nazionale promossa da
un’ampia alleanza delle associazioni italiane.
Per informazioni: Marcia per il clima.
 

La manifestazione nazionale “In marcia per il clima” che si terrà il 7 Giugno a
Milano sarà l’occasione per protestare verso le velleità nucleari del nuovo governo.
Uno striscione è già in preparazione: “Più efficienza e solare, che c’azzecca il nucleare”.
D’altra parte, l’ENEL ha già predisposto un piano per il nuovo Governo sul rilancio del nucleare,
quello stesso che ha dato l’opportunità al Ministro Claudio Scajola di lanciare la
proposta di 6 centrali nucleari da 1.500 MW ciascuna entro 5 anni, come raccontato
di recente su Altrenotizie.
L’ENEL assicura
che non si sono ipotizzati i luoghi dove costruirle e il Governo si limita a
spiegare che 3 centrali saranno al Nord, 2 in Centro Italia e 1 al Sud.
In Puglia è
già rivolta. Forse il “piano segreto” dell’ENEL sulle localizzazioni possibili per
le centrali si sta scrivendo davvero. Inoltre si prepara un nucleare ben lottizzato
tra i principali produttori elettrici ovviamente garantito dal governo con i soldi
pubblici…
Così, mentre nel mondo (ONU nelle Conferenza sui Cambiamenti Climatici, gli scienziati
che con Al Gore hanno appena ricevuto il Nobel) si sta facendo strada la necessità
di promuove l’efficienza energetica e le energie rinnovabili, l’Italia in
controtendenza con tutto il mondo occidentale, decide di tornare a fare centrali
nucleari. Con l’aiuto del segreto di stato, ma questo è un altro punto che merita
un discorso a parte, per cui seguiranno aggiornamenti 🙂

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, notizie, nucleare. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...