.: Fontane. La Leggenda dell’Amore :.

Così la raccontava Matilde Serao nel 1881.
 

Vi si narra di un ricco signore chiamato Sebeto, che abitava in una campagna
presso Napoli, in un palazzo tutto di marmo.
Egli per amore aveva menato in moglie una donna chiamata Megara che lo
ricambiava con egual tenerezza.
Egli teneva cara questa sua moglie sopra tutte le cose e profondeva per lei
tutte le sue ricchezze: accadde che in un giorno ella volle andare a
diporto sopra una feluca pel golfo di Napoli.
Verso la riva Platamonia (per i non napoletani: “Là dove il mare del Chiatamone
è più tempestoso, spumando contro le nere rocce, che sono le inattaccabili
fondamenta del Castello dell’Ovo”
), dove il mare è sempre tempestoso, mentre
i marinari volevano far forza contro il vento, la feluca si capovolse e Megara si
annegò diventando uno scoglio.
Alla orribile nuova Sebeto sentì spezzarsi il cuore e per molto tempo si sciolse
in amarissime lagrime in modo che tutta la sua vita si disfece in acqua, correndo
a gettarsi nel mare dove Megara era morta.
 

E tutte le fontane di Napoli sono lagrime: quella di Monteoliveto è formata dalle
lagrime di una pia monachella che pianse senza fine sulla Passione di Gesù; quella
dei Serpi sono le lagrime di Belloccia, una serva fedele innamorata del suo signore;
quella degli Specchi è fatta delle lagrime di Corbussone, cuoco di palazzo e folle
di amore per la regina cui cucinava gli intingoli; quella del Leone è il pianto
di un principe napoletano, cui unico e buon amico era rimasto un leone che gli morì
miseramente; e quella di fontana Medina sono le lagrime di Nettuno, innamorato
di una bella statua cui non arrivò a dar vita.
 


 


 


 


 

(spot pubblicitario)
Insomma, non c’è solo monnezza, anche se “O’ rre sta a jnd, e o’ popolo for! Nun e’ cagnat’ o riest e nient!”
Se poi qualcuno vuole ad ogni costo leggere di monnezza anche oggi, allora trova qualcosa in
edicola, sul n.18 del settimanale “Carta”.
(fine spot pubblicitario)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in donne, notizie. Contrassegna il permalink.

15 risposte a .: Fontane. La Leggenda dell’Amore :.

  1. ladolcetempesta ha detto:

    dovro’ pur finirlo quel libro che mi fu consigliato dal leggendario piacerivirtuali scioltosi all’ombra di qualche bella bloggers splinderiana
    🙂

    quasiquasi faccio fare una fontana che piange lacrime tempestose napulitane
    che dici
    non ci resta che piangere??
    un saluto al sapore di caffe’ :-))

  2. minpepp ha detto:

    No Alex, per oggi lascio perdere la monnezza, e continuo a sognare con la bella storia e le belle foto del tuo post… sarà pure lecito sognare ogni tanto, no?

  3. macca ha detto:

    Come si fa a NON amare questa città, come?
    🙂
    Daniele

  4. nonsologeomangio ha detto:

    Napoli è la bella.
    la monnezza è una bestia!

  5. sacchett ha detto:

    Bel post, bel racconto del fiume Sebeto e dell’isolotto di Megaride.
    Fra una sacchetta e l’altra che incanto di città.
    Ma la spazzatura più puzzolente che oscura Napoli è la camorra.

  6. cercacoccole2 ha detto:

    Ohhhh… ma siamo ANCHE romantici in questo blog!! 😉
    Ma si sa bene che Napoli non è solo monnezza, anzi..
    Abbraccio. E.

  7. alex321 ha detto:

    Romantico?
    Al limite… reumatico 🙂

  8. Maryanna1982 ha detto:

    ma quale reumatico..secondo me il giovanotto che scrive questo blog è molto romantico, sentimentale e sott sott nu gran timidone!!!!
    🙂

  9. alex321 ha detto:

    Il reumatico è dovuto all’età 🙂

  10. utente anonimo ha detto:

    no no.. meglio parlare di Napoli per una volta.. 🙂

    un salutone!!

    sANTAkLAUS – http://www.newspusher.org

  11. missi ha detto:

    E’ bella pure cu’ sta faccia scura
    ma nun dicite ch’è na perla nera
    riturnarrà, chest’anema ce spera,
    chella ‘e na vota senza cchiù paura!
    😉

    Lascio un saluto 🙂

  12. acuacheta ha detto:

    Fa piacere, per un attimo, tornare a vedere Napoli “smunnezzata”.
    Spero tanto che non sarà solo un “attimo”
    Un saluto e un buon finesettimana!
    🙂

  13. IoAnecoico ha detto:

    magnifiche immagini… e nessuna munnezza potrà mai oscurare la bellezza di quelle parti… tenete duro! 😉

    anecòico

  14. macca ha detto:

    Buona Domenica, Alex.
    Daniele

  15. Comicomix ha detto:

    A Napoli da troppo tempo fanno piangere lacrime amare.

    E dire che è la patria del sorriso, nonostante tutto.

    Un abbraccio parte e nopeo.

    ^_^

    Mister X di Comicomix

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...