.: Dagli USA :.

L’aeronautica militare statunitense ha certificato di nuovo come idoneo a missioni operative lo squadrone che nello scorso agosto fece volare un bombardiere B-52 con a bordo sei testate nucleari attivate: solo dopo 36 ore le autorità si resero conto di quanto accaduto.
 

Il bombardiere era decollato dalla base area di Minot, dove è di stanza il 5° Stormo da Bombardamento, ed era diretto in Lousiana con a bordo dodici missili da crociera ormai obsoleti e pronti per essere decommissionati, le cui testate avrebbero dovuto essere sostituite da false ogive di peso identico. Né il personale di terra né l’equipaggio si erano accorti che sei delle ogive erano invece testate nucleari pienamente operative, particolare che venne scoperto solo al momento della consegna del carico.
 

La catena degli errori era iniziata nella stessa base di decollo, dove nessuno aveva ispezionato visivamente le testate prima dell’imbarco (quelle nucleari sono rese riconoscibili da un sistema di codici a barre); neppure l’equipaggio – al quale è richiesta un’ulteriore ispezione certificata dalla firma del comandante dell’apparecchio – si era reso conto dell’errore.
 

Il B-52 e il suo carico erano poi rimasti sulla pista tutta la notte, senza alcuna speciale sorveglianza se non le pattuglie di routine della base aerea. L’incidente, una evidente falla di sicurezza, era stato classificato come “Bent spear” (“Lanciapiegata”), il grado immediatamente inferiore alla “Broken Arrow” (“Freccia spezzata”), codice che definisce la perdita, distruzione o esplosione accidentale di un ordigno nucleare.
 

L’incidente costò il posto al comandante della base – insediato da appena due mesi – e agli ufficiali ritenuti responsabili: l’ispezione per la certificazione era prevista per il mese di gennaio ma è stata ritardata per permettere un più approfondito addestramento sulle procedure di gestione dell’armamento. Minot dispone anche di silos per il lancio di 150 missili nucleari Minuteman II, oltre ad essere una delle due basi di bombardieri B-52 in territorio statunitense.
 

(speriamo che stavolta stiano più attenti)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in notizie, nucleare. Contrassegna il permalink.

3 risposte a .: Dagli USA :.

  1. macca ha detto:

    Io spero che ad Aviano abbiano più testa.
    Altrimenti tra un pò qui ci saranno buchi che un domani, bonificati, potremmo far diventare laghi per le ferie…
    Daniele

  2. macca ha detto:

    Io spero che ad Aviano abbiano più testa.
    Altrimenti tra un pò qui ci saranno buchi che un domani, bonificati, potremmo far diventare laghi per le ferie…
    Daniele

  3. Comicomix ha detto:

    Sono cose che ti lasciano veramente senza fiato. Stiamo davvero ballando sull’orlo del vulcano.

    Un sorriso preoccupato
    Mister X di Comicomix

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...