.: Riscaldamento globale e affari :.

Il livello del ghiaccio nell’Artico si sta abbassando sempre di più.
E’ l’allarme climatico che da anni viaggia in lungo e in largo per il
pianeta, suscitando non molte reazioni costruttive e molte polemiche di
stampo negazionista.
Che il riscaldamento globale sia totalmente a svantaggio del
pianeta e dell’ambiente, è evidente, eppure… c’è chi trae vantaggio
da questo.
Di chi stiamo parlando?
Delle aziende petrolifere che, trovando un paesaggio meno ostile, sono
più attratte a cercare territori redditizi per la propria attività estrattiva.
 

A raccontarcelo è uno studio dell’Istituto Polare norvegese, secondo cui il
ghiaccio intorno alla Norvegia artica, in particolare quello dell’isola di Hopen,
nell’arcipelago delle Svalbard, ha raggiunto un livello più basso
di un metro rispetto al 1960. La causa di questo progressivo abbassamento del
ghiaccio, spiega la ricerca, è il surriscaldamento globale.
Ma c’è un rovescio della medaglia, cioè c’è chi fa il tifo per il surricaldamento:
il cambiamento climatico sta rendendo la regione meno inospitale e il prezzo
del barile
, che ha superato i 100 dollari, può giustificare l’esplorazione di
nuove aree, ed i costi si abbassano grazie alla diminuzione dello spessore della
calotta di ghiaccio.
Il più grande produttore di petrolio norvegese, StatoilHydro, opera nei campi nel
sud del Mare di Barents. L’azienda è posseduta al 51% dal gigante russo Gazprom,
al 25% da France’s Total, mentre StatoilHydro possiede il 24%.
 

Per quel mi riguarda, la notizia del giorno è però un’altra, e riguarda una
bella vittoria per il movimento contro la pena di morte e per i diritti civili.
Ne parlo su Altrenotizie.
 

Se invece qualcuno non ha voglia di pensare alle notizie, e preferisce una
lettura poetica, riguardante la mia città natale, allora rinvio con piacere
a Eus, che come al solito ha scritto cose bellissime.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, informazione. Contrassegna il permalink.

4 risposte a .: Riscaldamento globale e affari :.

  1. lorypersempre ha detto:

    Però! Che il climate change avrebbe potuto rendere più coltivabili Alaska e Siberia ci avevo già pensato, che potrebbe facilitare l’estrazione di petrolio al Polo sud ancora no.
    Non si finisce mai di imparare 😉
    Leela

  2. kymma ha detto:


    Kymma ritorna! Buona giornata

  3. utente anonimo ha detto:

    c’è anche la possibilità che la causa del riscaldamento sia da cercare nello spazio… sembra che questo fenomeno nn riguardi solo il nostro pianeta, ma l’intero sistema solare…

    ciao Alex!!!

    sANTAkLAUS – http://www.newspusher.org

  4. Maryanna1982 ha detto:

    “Parmi un assurdo, che le leggi, che sono l’espressione della pubblica volontà, che detestano e puniscono l’omicidio, ne commettano uno esse medesime, e, per allontanare i cittadini dall’assassinio, ne ordinino uno pubblico”
    Cesare Beccaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...