.: Con buona pace 2… :.

Sempre riferito al “con buona pace” di ieri. Visto che c’è un tentativo
di deviazione dell’opinione pubblica, e da più parti si sente dire che
certe organizzazioni criminali “fanno altro” (ricordate il casino che
successe
a Napoli l’anno scorso
?), dopo il post di ieri meglio rimarcare
la cosa anche oggi. Ma non qui. Ne parlo su

Altrenotizie
e sono dell’idea che sia una cosa importante da discutere.
 

Intanto ne approfitto per ricordare altre cose:
 

Vie dei Rifiuti T2.1 – Last Call
 

Oggi a Roma, ore 18,00 presso la libreria Rinascita di viale Agosta 36
(zona Prenestina, Roma) con Alessandro Iacuelli e Peppe Ruggiero, uno degli
autori del documentario-scandalo “Biutiful cauntri” sull’emergenza rifiuti in Campania.
La presentazione sarà arricchita da proiezioni e seguirà il dibattito su un tema forte che
riguarda il futuro dell’intero paese.
Per maggiori informazioni, vedere qui.
 

Ora, come potrete facilmente immaginare, ho tante di quelle cose da fare,
ma tante di quelle cose da fare… che preferirei tornare indietro e rimettermi
a letto (so io con chi :P). Ma ovviamente non si può, quindi non mi resta che
prendere un caffè, e darmi da fare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in discariche, vie dei rifiuti. Contrassegna il permalink.

13 risposte a .: Con buona pace 2… :.

  1. utente anonimo ha detto:

    Alex, mi spiace molto non poterci essere per ragioni di distanza, ma se avrai tempo e voglia, aspetto un tuo piccolo resoconto su come è andata. Buona giornata allora, un bacione

  2. alex321 ha detto:

    Si, credo che domani posterò un resoconto 😉

  3. fraba ha detto:

    Premessa d’obbligo.
    E’ conclamato nonche dimostrato che la criminalità organizzata è un fenomeno sociale. ciò significa che i suoi tentacoli s’infiltrano oramai in tutti gli ambiti della società. Economia, politica, amministrazione della cosa pubblica, tutto subisce l’influenza di cosche, boss e paranze.

    Tuttavia, e su questo dubito che tu dissenta, l’improvviso fascio di luce che s’indirizza sulle indagini della magistratura, mi lascia perplesso.

    Distogliere l’attenzione sulle responsabilità attraverso il porre in primo piano la camorra è un sistema ormai ben noto. Così facendo la camorra diventa alibi anche perchè, ed è questo il passo successivo della “strategia”, l’indirizzare le responsabilità, riguardo al potere della criminalità organizzata, su magistratura e forze dell’ordine è come sempre semplicistico nonchè comodo ai più.

    Chi vive a Napoli sa bene che la camorra esiste, la si sente nell’aria, la s’incontra per strada, nei negozi e negli uffici pubblici. E chi crede che il traffico dei rifiuti sia un mero ricordo statistico è in assoluta malafede.

    Polizia e magistratura possono e devono combattere questo fenomeno criminale. Ma siamo certi che ad oggi abbiano a disposizione tutti gli strumenti necessari per farlo? E se così non è, chi dovrebbe essere in grado di fornirglieli?

  4. alex321 ha detto:

    La magistratura da sola non basta. 🙂
    Ovvio che non dissento.
    Infatti, concludo il mio articolo proprio citando un magistrato che fa osservare come la camorra non sia affatto il “motore principale”.
    Sempre ammesso che sia possibile, oggi, tracciare un confine netto tra politica, imprenditoria, camorra….

  5. fraba ha detto:

    effettivamente, questo è un po difficile.
    ma sarebbe un discorso lungo, molto lungo….:-)

  6. alex321 ha detto:

    Ne parleremo davanti ad un buon caffè 🙂

  7. utente anonimo ha detto:

    in bocca al lupo

    emanuele

  8. milodonte ha detto:

    Non lo so.
    E’ che se Grillo va a Napoli per chiedere scusa ai cittadini a nome di tutti gli Italiani, io mi incazzo. Mi incazzo non solo perchè magari sono un nordestico e manco dell’esperienza necessaria per avere una visione d’insieme, mi incazzo perchè nei media si fa passare i napoletani come vittime ora della Camorra ora delle istituzioni corrotte. Come se l’educazione civica di un popolo fosse derubricabile a nota di fondo pagina. Il cambiamento viene dal basso, è un’operazione culturale che implica partecipazione attiva. Perchè scavare l’ennesimo buco per nascondere l’inguardabile rimanda al credere che basti chiudere un occhio per vedere un bicchiere mezzo pieno. Così che il rimanente vuoto possa essere riempito di nuovo. Di merda.

    Ci siamo scannati, io e zak, alla fine ha vinto lei: leggerò il tuo libro.

  9. zakynthos ha detto:

    Verrò alla presentazione, stasera.
    Non vedo l’ora.. anche perchè devo comprare un po’ di copie del tuo libro da spedire al nordestico e non solo 🙂

    (confermo, ci siamo scannati con milo, ma credo di aver vinto per sfinimento. il suo. di sicuro ne riparleremo dopo che avrà letto il libro).

    A propo’, Alex, non è prevista una presentazione del libro nel nord est?

  10. alex321 ha detto:

    Grande Zak :)))

    Per le presentazioni, se ne sta occupando l’ufficio stampa dell’editore.

  11. utente anonimo ha detto:

    famme sapè così io e paola veniamo a vederti

  12. Skeight ha detto:

    Spero che la presentazione sia andata bene^^ Anche perché parlando con molte persone noto che sul tema dei rifiuti c’è una disinformazione inquietante, e sarebbe importante diffondere il più possibile una conoscenza più approfondita

  13. storie ha detto:

    http://pensi[..] – VACANZE ROMANE – Sono stati starbilianti i giorni scorsi. Una breve vacanza fuori porta, pur se accompaganta da un cielo ostinatamente uggioso, ha portato eventi favolosi. Una ripresa a tutto respiro, nuovi orizzonti. Come fare a non sospirare grid [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...