.: VIS e chimica :.

Dopo la VIA, ovvero la Valutazione di Impatto Ambientale, arriva la VIS, cioè la
Valutazione di Impatto sulla Salute. Un nuovo parametro sul quale, in futuro, tarare
le diverse politiche, per fare in modo che siano “rispettose” della salute dei
cittadini.
E’ questa la novità che arriva dalla Conferenza dei Ministri della Salute
dei 27 Stati dell’Unione Europea in corso a Roma: tutti concordi sulla necessità di
promuovere una valutazione dell’impatto sulla salute delle politiche e delle misure
decise a livello nazionale. A spiegare il senso e l’importanza di questa decisione è
lo stesso Ministro Livia Turco: “La novità di cui stiamo discutendo a livello
europeo è di come valutare l’impatto delle politiche sulla salute dei cittadini.
Negli anni passati si è infatti studiato l’impatto ambientale; adesso, per la prima
volta, l’obiettivo è appunto quello di arrivare a valutare l’impatto di tutte le
politiche sulla salute delle persone, e per questo bisogna elaborare dei parametri”.
A questo proposito, ha ricordato il Ministro, “ci sono le esperienze di alcuni paesi
e ci sta già lavorando l’OMS”. Ma la cosa “davvero importante – ha sottolineato – è
decidere che tali parametri di impatto sulla salute sono elaborati e adottati a
livello europeo. Fino ad ora una valutazione dell’impatto sulla salute non era
neppure mai stata pensata. Questa conferenza – ha concluso Turco – sancisce la
nascita della VIS”.
Staremo a vedere. Con gli occhi aperti.
 

Barriere chimiche
 

L’Associazione per le Malattie da Intossicazione Cronica e/o Ambientale (AMICA), che
da anni lavora per il riconoscimento delle malattie ambientali, ha organizzato, pochi
giorni prima di Natale, una manifestazione nazionale davanti alla Camera dei Deputati per
chiedere una legge che tuteli i diritti delle persone chimicamente sensibili, alle
quali la malattia nega anche la possibilità di manifestare.
La Sensibilità Chimica
Multipla (MCS) comporta reazioni multiorgano ogni volta che il malato si espone a
piccolissime dosi di sostanze chimiche come profumi, fumo di sigaretta, smog,
detersivi, deodoranti ambientali, gomme, tessuti sintetici, pesticidi, ecc. ma
spesso le reazioni vengono attivate anche da campi elettromagnetici di cellulari,
ripetitori, computer, ecc. AMICA si era rivolta nel Giugno 2006 al Parlamento per
chiedere una legge specifica per MCS che desse applicazione completa ai principi
costituzionali del diritto alla salute, al lavoro, al voto, all’istruzione e
all’assistenza sociale.
Solo le Linee Guida per la Tutela e la Promozione della
Salute negli Ambienti Confinati (Accordo del 2/9/2001 del Ministero della Salute,
Regioni e Province Autonome) inseriscono la MCS insieme alla Sindrome dell’Edificio
Malato tra le condizioni che meritano particolare cautela…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, salute. Contrassegna il permalink.

9 risposte a .: VIS e chimica :.

  1. lorypersempre ha detto:

    Oggi c’è un articolo su Repubblica dove Napolitano sosterrebbe che la UE esageri, sui rifiuti.

    http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/rifiuti-3/cresce-emergenza/cresce-emergenza.html

    Ahimè, non direi proprio 😦
    Leela

  2. acuacheta ha detto:

    Dici che ci riusciamo a tenere gli occhi aperti?
    Un saluto e vado a caffettare!
    Ciao!

  3. alex321 ha detto:

    Non lo so se ci riusciamo, ma almeno… ci proviamo 🙂
    Vado anche io a prendere una dose di richiamo di caffè.

  4. utente anonimo ha detto:

    Scusate il quasi off topic

    Secondo voi quando è stato fatto questo comunicato stampa?


    La Giunta Municipale ha oggi approvato su proposta dell’Assessore alla N.U. Ferdinando Di Mezza, la delibera con la quale viene affidato all’ARPAC il progetto di bonifica dell’area della discarica abusiva di Contrada Pisani a Pianura.
    L’Agenzia regionale per la Protezione Ambientale ha già esperito una prima fase di indagini esplorative finalizzate alla determinazione del tipo di rifiuti presenti nel terreno. Con il provvedimento approvato oggi si avvia la fase di bonifica che porterà al disinquinamento dell’area attraverso la rimozione dei rifiuti pericolosi individuati nella discarica

    Adam

  5. utente anonimo ha detto:

    Alex… ma sei di una velocità mostruosa nelle reisposte 🙂

    Comunque conoscevo la data (ma non il link che hai postato… e che leggerò non appena concluso il post, grazie!).

    Questo comunicato stampa l’ho trovato sul sito del comune di napoli. Volevo essere ironico… mi chiedevo…
    Io non so né leggere e né scrivere (e ho iniziato ad informarmi sull’argomento solo da poco partendo dal tuo libro) ma… semplicemente leggendo il testo di questo comunicato stampa mi chiedevo…

    …se, nel 2004… la Iervolino riconosce che la discarica è abusiva e inquinata (se non lo fosse non sarebbe da bonificare) come può ora… (così’ sembra da quello che ho letto sull’ultimo consiglio comunale) dare un parere favorevole all’uso seppur temporaneo della stessa?

    Visto che sono passati oltre 3 anni da quel provvedimento… delle due l’una…. o la discarica è completamente bonificata e atta a ricevere rifiuti… oppure… è ancora inquinata e non può ricevere rifiuti.

    Consentire, esprimere pareri favorevoli, o attuare provvedimenti che violano le leggi sulla tutela dell’ambiente e della salute, non è un atto penalmente sanzionabile?

    Non conosco con puntualità tutte le deroghe alla normativa concesse al commisario De Gennario, ma quale deroga alla tutela della salute può essere ammissibile?

    Che tipo di responsabilità si assumono queste persone?

    Adam

  6. utente anonimo ha detto:

    Alex,

    ho visto il tuo link… però credevo si riferisse a qualche pubblicazione dell’ARPAC.
    Volevo capire gli effetti di quel provvedimento ovvero i lavori dell’ARPAC sulla discarica di Pianura.
    Sto cercando sul loro sito ma non trovo ancora.

    Adam

    P.S. Mò mi registro… che mi scoccio di scrivere sempre il nick… a mano 😛

  7. alex321 ha detto:

    Senza che giriamo attorno: quella discarica non è MAI stata bonificata. Come quasi tutte le bonifiche…

  8. utente anonimo ha detto:

    Ormai siamo alla fiera dell’assurdo 😦

    Rosario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...