.: Estremisti ungheresi al termine della settimana :.

Questa settimana è stata particolarmente stancante.
Mi sento a pezzi. Complice la giornata distruttiva di
mercoledì scorso, dalla quale non mi sono ancora ripreso
e non ho ripreso energie. Che il fine settimana mi serva
a questo (si spera).
 
Poi, l’Italia va a rotoli, tra un ex governante che fa un
partito e fa implodere la sua stessa colazione (non quella
avversaria, che sa già implodere da sola), ed un re citrullo che chiede risarcimenti senza
avere prima saldato i suoi, di debiti con la giustizia,
civile e penale, e soprattutto senza fare il calcolo di quanto lui dovrebbe
risarcire al Paese. Sullo sfondo, una penisola ed una società che sono già implose,
dove gli unici capitali in grado di generare investimenti fruttuosi,
occupazione e reddito, sono quelli di provenienza mafiosa, cioè quelli
dell’unico settore
che non implode.
 
Giorni fa pensavo che sarebbe meglio lasciar perdere l’Italia
e salvare l’Ungheria, ma poi, tempo dopo
questo post e
questo articolo, mi sono ritrovato in mailbox una mail
(a dire il vero bella) scritta in un misto ungherese/italiano di qualcuno che è ungherese per davvero ed è neonazista
per davvero
. Il riassunto della mail in pratica è qualcosa di spettacolare: “Sì sì va bene, siamo un
po’ nazi, ci piace Hitler, però non siamo cattivi. Siamo buoni, sono gli
altri che dicono che siccome siamo nazi allora siamo cattivi”.
Beh che dire, in un Paese che è veramente bipolare, e che potrebbe esprimere
belle cose, trovarsi davanti a due coalizioni i cui leader raccontano i loro
modelli… fa cadere le braccia. Se Gyurcsány dichiara: “il mio modello politico di
riferimento è Massimo D’Alema” e Orbàn dichiara: “il mio modello politico ispiratore
è Francesco Storace”, vuol dire che anche l’Ungheria è perduta. Amen. Pace
all’anima loro. E’ solo l’ennesima esportazione sbagliata del made in Italy.
 

Intanto, il militante dello Jobbik
(qui c’è il loro notiziario in inglese,
ma non è la stessa cosa del sito), l’organizzazione di estrema destra di
cui si parla, mi ha anche mandato il link a questo interessante video che, a
suo dire, è la prova che… sì certo, usano ancora bandiere e distintivi
bianchi e rossi (il simbolo del governo filo hitleriano di Szalasi tra il 1943 e il 1945, ma
è un simbolo molto più antico con radici medioevali), ma in fondo sono buoni. Ai
posteri l’ardua sentenza (ed il farsi un’idea). Io (per ora) mi astengo dal
fare commenti.

Io invece consiglio i primi tre minuti del prossimo video.
Interessante la benedizione delle bandiere da parte di un
sacerdote ortodosso.

Io intanto gli ho scritto una rispostina a tono. Vediamo che ne dicono.
Ora, è tempo di caffè. Poi di lavorare. Poi di studiare l’Operazione Matrix
appena conclusa dalla magistratura: 25.000 tonnellate di rifiuti speciali che
dalla Calabria sono andati a finire (indovina un po’?) in Campania.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in madeinitaly, pensieri, stress, ungheria. Contrassegna il permalink.

19 risposte a .: Estremisti ungheresi al termine della settimana :.

  1. 1KONAN ha detto:

    IN questo periodo modelli “made in Italy” da esportare….. sono solo da “megafigurèmerd”!!!! sopratutto in politica…
    (perdonatemi il regionalismo….espressivo….)

  2. storie ha detto:

    bel post!!!

    ti senti a pezzi? rivedi il modo di trascorrere le serate… ehm….l’eta che avanza???
    ghghghghg

  3. minpepp ha detto:

    Il tuo estremo bisogno fisiologico di caffeina ti ha fatto scrivere colazione invece di coalizione… lapsus freudiano??? 😉

  4. alex321 ha detto:

    @minpepp: è quello che succede quando si scrivono i post… a stomaco vuoto :))))

  5. affabile ha detto:

    però la colazione che implode è un immagine poetica bellissima..ultimamente sto frequentando blog di poeti…gliela devo vendere…:-)

  6. utente anonimo ha detto:

    Caro Alex so che i rifiuti speciali sono molto più interessanti, però tieni d’occhio anche le novità sugli urbani…vedi il mio ultimo post.

  7. alex321 ha detto:

    No problem, caro, ho letto mercoledì notte 😉

  8. AngyBi ha detto:

    A me questi raduni fanno sempre un po’ impressione. Tutti, nessuno escluso, da destra a sinistra. Diciamo che il concetto di fede non mi si addice tanto e sinceramente, quello di fede politica mi fa accapponare la pelle.

    Hai visto taxi driver? Dopo lo zainetto da spalla propongo la bottiglietta di caffè estraibile dal braccio destro con un solo gesto, come faceva De Niro con la pistola.
    Anzi no, la tazzulilla estraibile, però con coperchio se no fai un casino.
    😉
    Cerca di riposarti.
    Anzi no, di stancarti ma con qualcosa di divertente.

  9. AngyBi ha detto:

    Non mi sembri neanche il tipo che si riposa dopo essersi stancato in generale. Tu hai il moto perpetuo, ormai lo sappiamo tutti. 😉

  10. alex321 ha detto:

    Il giorno in cui mi fermerò io…
    …sai cosa succederà? 😀

  11. AngyBi ha detto:

    Si alza di dieci gradi la temperatura della terra e di 20 metri il livello del mare?

    Poi sai che la fisica, la termodinamica e tutte quelle robe fatte di numeri non fanno per me, ma a occhio e croce dovrebbe andare così.
    Quindi non fermarti, ok?
    😀

  12. alex321 ha detto:

    Ci penserò con calma…

  13. utente anonimo ha detto:

    Saluto e buon fine settimana!

  14. samuelesiani ha detto:

    chissà se i forni li benedivano prima dell’uso …

  15. golem79 ha detto:

    inkia…porca vacca questa dell’ungheria è da brividi…

  16. lorypersempre ha detto:

    Sai che ho una passione folle per l’Ungheria, paese tragicomico e senza speranza. Sai pure che tre giorni fa mi sono divertita a tartassare con classe un maggiorente ungherese…forse per invidia della bellissima giacca da caccia austro-ungarica che indossava 😉
    Leela

  17. napartaud ha detto:

    ..i problemi dell’est europeo sembrano così lontani… eppure, siamo qui, a pochi chilometri… e anche qui, di problemi, ce ne son parecchi: un gemellaggio no?
    In fondo, tutto il mondo è una iattura… sotto una certa ottica, naturalmente.
    Au revoir.

    Sinceramente e teatralmente.
    R.M.N.

  18. utente anonimo ha detto:

    Ciao Alex!

    Scusami, se ce l’hai con una persona, perché non cerchi di dirglielo in faccia, magari prima in privato?
    Come vedo, tu sai piu’ di una cosa sull’Ungheria… ci sei anche vissuto… eppure racconti cose false, mi dispiace…
    Per esempio, in quale libro hai mai letto che i Crocefrecciati di Szálasi abbiano governato l’Ungheria dal 1943 al 1945? Eppure l’hai scritto e l’hai anche messo in evidenza. La verita’ invece e’ che il loro regime ha durato dall’ottobre del 1944 (dopo che l’Ungheria era gia’ invasa dai tedeschi nel marzo dello stesso anno!) fino al completamento dell’invasione sovietica, cioe’ l’aprile del 1945. In tutto: 6 mesi.
    E lo sai sicuramente bene che la bandiera a strisce rosse e bianche non e’ un loro simbolo. Il simbolo di quei nazisti (veri e propri!) fu appunto, la croce frecciata.
    E vuoi spiegare ai tuoi lettori italiani anche che cosa c’entra in tutto cio’ il Fidesz, che prende le distanze ogni santa volta anche dai movimenti (credimi, assolutamente innocui), come la Guardia Ungherese?
    Ecco, anch’io mi arrabbio a volte. E’ per questo che mi sono messa a scrivere articoli in italiano. In realta’ non sono giornalista – ma non sopporto la propaganda falsa.

    Ágnes Bencze

  19. utente anonimo ha detto:

    Ah, sospettavo. Certo, tu non sei altro che l’autore dell’articolo “piu’ giudizioso” di Altrenotizie. Beh, a questo punto, la nostra discussione l’abbiamo gia’ fatta.

    Strano cmq che in privato tu sia molto piu’ dolce, rispetto a questo blog! Come mai?
    E perché cerchi di denigrarci, qui in questo blog, mentre in realta’ so che la ami, l’Ungheria?

    Scusa per il disturbo!

    Ágnes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...