.: I luoghi più inquinati del mondo :.

Cronaca dall’Esterno
 

Myanmar, la rete c’è
Da quanto si è saputo dalle agenzie internazionali, a Rangoon è tornato
l’accesso ad Internet, un accesso peraltro limitato e controllato che in
passato è però servito agli attivisti locali per far sapere al mondo cosa
accadeva nel paese. A queste novità, però, non si accompagna alcun
rallentamento nella politica di arresti e fermi ai danni di chi manifesta
in qualsiasi modo la non completa adesione alla linea del governo
militare.
Fonte:
Punto Informatico
.
 

ITREC: Arrivano gli avvisi di garanzia
Si riaccendono i riflettori, dopo oltre dieci anni, sull’inchiesta riguardante
il nucleare in Basilicata. L’attuale titolare dell’inchiesta, il pm della
DDA Francesco Basentini, ha fatto notificare dieci avvisi di garanzia. Rispettivamente
a due esponenti della ‘ndrangheta e ad altre 8 persone che, tra gli
anni ’80 e ’90, hanno avuto incarichi dirigenziali presso il centro Enea
di Rotondella, in provincia di Matera.
Fonte: Altrenotizie
 

Cose serie
 

Oggi sarebbe il cosiddetto “Blog Action Day”, iniziativa alla quale, tanto
per cambiare, credo abbastanza poco. Tutti i blogger dovrebbero postare una
cosa riguardante l’ambiente. Un po’ generico, no?
Come suggerito da un caro amico blogger
(Edoardo Farina),
siccome qua in pratica quasi tutti i giorni pubblico post che riguardano l’ambiente,
che per me quindi non è oggetto di un’iniziativa speciale, ma un fatto
quotidiano, ci sarebbe stato da sforzarsi di non pubblicare niente, e lasciar
parlare di ambiente tutti i blog che normalmente si occupano di altro.
In pratica però, siccome parlo di ambiente quasi tutti i giorni, non c’è un
buon motivo per il quale non dovrei parlarne oggi. Pertanto, mi limito a far
osservare una cosa, riguardante appunto l’ambiente.
Il Blacksmith Institute,
un istituto che si occupa di inquinamento a livello mondiale,
ha redatto la classifica delle dieci località più inquinate al mondo, nel 2007.
Al primo posto Sumgayit, Azerbaijan, seguito da Linfen, Cina; Tianying, Cina;
Sukinda, India; Vapi, India; La Oroya, Peru; Dzerzhinsk, Russia; Norilsk, Russia;
Chernobyl, Ucraina; Kabwe, Zambia.
Il documento (in PDF e in inglese) prodotto dall’istituto è scaricabile per intero
all’indirizzo

http://www.blacksmithinstitute.org/ten.php
.
Buona lettura.
E buon…

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, notizie. Contrassegna il permalink.

9 risposte a .: I luoghi più inquinati del mondo :.

  1. storie ha detto:

    buno…..caffe??
    qui questa mattina ci hanno tolto il caffè! i distributori automatici bevande non stavano come sempre al loro posto, semplicemente se li sono portati via :(((

  2. macca ha detto:

    Ah, sì.
    Sull’ambiente chi meglio di te, e ogni giorno?
    Sempre sul pezzo!
    🙂
    Daniele

  3. AngyBi ha detto:

    Su quel buon seguito dai puntini, io capitana dell’imbecillità umana, potrei montarci un carnevale.
    Ma sei fortunato che è lunedì. Lunedì dall’umore nivuro. Altrimenti…

    😉

  4. Mollie ha detto:

    Iniziative dei blog…quando si tratta di parole tutti pronti, quando si tratta di fatti tutti distratti (vedi seigradi.splinder.com).
    Ciao Alex, buon tutto a te.

  5. AngyBi ha detto:

    Me la sono segnata…
    Bravo bravo….

  6. mata63 ha detto:

    Sono felice di contribuire a rallegrare le tue giornata… almeno servo a qualcosa. ;o)

  7. mata63 ha detto:

    Sono felice di contribuire a rallegrare le tue giornata… almeno servo a qualcosa. ;o)

  8. utente anonimo ha detto:

    Ciao Alex, è da un pò che non venivo sul tuo blog, ultimamente sono stato super impegnato!! Anche io ho trovato il blog action day un’iniziativa un pò generica, però il pensiero che si possa costituire un’unione di boggers che possano influenzare decisioni politiche e sociali mi entusiasma parecchio. Buon lavoro da Edoardo

  9. utente anonimo ha detto:

    Ciao Alex, è da un pò che non venivo sul tuo blog, ultimamente sono stato super impegnato!! Anche io ho trovato il blog action day un’iniziativa un pò generica, però il pensiero che si possa costituire un’unione di boggers che possano influenzare decisioni politiche e sociali mi entusiasma parecchio. Buon lavoro da Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...