.: Quelli sono tutti criminali :.

Come insegna, e sancisce, l’Articolo 27 della Costituzione, la responsabilità penale
è personale. La tendenza ad attribuire caratteristiche criminogene ad un’intera
popolazione o gruppo sociale è stata una caratteristica tipica del nazismo.

 

(meditare…)
 

Lettura consigliata del giorno

La storia di Fabio (da Fraba)
E’ la storia di un cittadino che,
per aver scritto una mail per chiedere delucidazioni, si è visto sbattuto
il proprio nome e cognome (ed indirizzo mail) su un giornale e su un
TG. Alla faccia della legge sulla privacy.
 

Atripalda
“È gravissimo quanto è accaduto ad Atripalda in via Tufarole in
seguito al sequestro e alla chiusura di un sito di stoccaggio dove si perpetrava
un’attività illegale di vaste proporzioni senza che le istituzioni competenti
vigilassero a salvaguardia dell’ambiente e della salute pubblica.”, lo dichiara
Luca Criscuoli del Direttivo Circolo PRC/SE “L. Libertini” di Atripalda, nei
pressi di Avellino.
Così, mentre stampa, politica, mafie e lobby riescono a spostare l’attenzione
solo sui rifiuti urbani (che accidenti sono solo il 23% dei rifiuti totali, e
mi sono anche stancato di ripeterlo),
si scopre che nei cassoni ritrovati nel sito e nel sottosuolo dello stesso
fossero depositati rifiuti tossici pericolosi e persino l’amianto (ben 64 lastre).
L’ennesima area adibita a discarica abusiva. E qui i rifiuti urbani, la raccolta
differenziata e tutte quelle belle cose lì non c’entrano nulla.
Compromesso in modo irreversibile il territorio e
l’ambiente circostante.
 

Cose serie
Domenica 14 ottobre l’Anmil festeggerà la 57esima edizione della Giornata Nazionale
per le vittime degli incidenti sul lavoro.
La giornata Anmil che, come di consueto verrà celebrata in tutte le province
d’Italia, sarà un momento di confronto aperto e diretto con le istituzioni e gli
enti
predisposti al tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ma,
soprattutto, alle eventuali nuove prospettive per sostenere le vittime e i loro
familiari.
Insomma, visto come va in Italia, forse essere presenti e rompere un po’ le scatole a queste istituzioni
ed enti non sarebbe male 🙂 Sarebbe un peccato se i soliti nomi si riempissero ancora
una volta la bocca di belle parole, mentre poi continua lo stillicidio quotidiano di
morti.
L’Anmil che riunisce oltre 470 mila iscritti, da oltre 60 anni si occupa delle
vittime della guerra del lavoro. Una drammatica realtà contraddistinta
dall’elevato numero di infortunati.
Per sottolineare l’attenzione alla manifestazione, è stato realizzato uno spot
intitolato “Il prezzo”. Lo spot può essere visto cliccando su
youTube.

 

Alcune osservazioni sul post di ieri.
C’è qualcosa che vale di più del post: i commenti #35 e #36, che invito a
leggere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in discariche, napoli, notizie, provocazioni. Contrassegna il permalink.

5 risposte a .: Quelli sono tutti criminali :.

  1. storie ha detto:

    ho letto i commenti al post di ieri che segnali. Davvero intensi e toccanti.
    Non credo che ci si debba sentire in colpa per non riuscire a restare, non credo che sia una colpa voler fuggire per riuscire a vivere.
    Sicuramente però, lontano o vicino, si può dare il proprio contributo, ognuno come può, dove può, in modi diversi secondo le proprie attitudini.

    La cosa importante è che senza felicità nella nostra vita non arriva il coraggio di fare qualcosa.

    un abbraccio a chi ha scritto il commento #35 sul post di ieri…

  2. 1KONAN ha detto:

    PIENAMENTE IN SINTONIA CON STORIE…

  3. macca ha detto:

    La prima storia che segnali è davvero da brividi.
    Mi lascia inerdetto.
    I commenti li ho letti.
    Che potrei dire, per non sembrare banale?
    Lascio un abbraccio cumulativo a tutti.
    Di sincera vicinanza.
    Daniele

  4. acuacheta ha detto:

    Non avevo letto il post di ieri e nemmeno i commenti…
    Adesso si….
    ….vado a prendere un caffè….

  5. fraba ha detto:

    il post #35 è da tirar via il fiato…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...