.: Diciannove luglio. Quindici anni fa. :.

“Chi ha paura muore tutti i giorni, chi non ne ha una volta sola.”

 

Nel caldo afoso dell’estate siciliana del 1992, in un attimo la città di Palermo
è squarciata dal fragore.
Una Fiat 126 parcheggiata con circa 100 kg di tritolo a bordo esplode in
via D’Amelio.
Il resto è storia. Ed è storia che dovreste sapere già. Non per nulla, sono passati
15 anni.

http://video.google.com/googleplayer.swf?docId=2207923928642748192&hl=it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in documenti. Contrassegna il permalink.

38 risposte a .: Diciannove luglio. Quindici anni fa. :.

  1. Carisma89 ha detto:

    Uomini che non moriranno mai dentro di noi..

  2. annadellaporta ha detto:

    Siamo sicuri che queste morti sono un esempio da seguire per noi e non siano un esempio di ciò che sono disposti a fare?
    Ciao Alex!

  3. mata63 ha detto:

    Che dire, visti gli ultimi sviluppi delle indagini?

  4. nonsologeomangio ha detto:

    e lo piangiamo ancora. ;(

  5. ladolcetempesta ha detto:

    proprio ora rai uno gli
    ha dato un bel tributo

  6. elisewinfox ha detto:

    Ricordo ancora l’impotenza che provai quando morì… pensai che ancora una volta “avevano vinto loro”.
    A distanza di tanti anni, penso che la nostra lotta non è mai finita. Anche in memoria di chi ha dato la vita.

  7. neradalia ha detto:

    L’anno scorso mi è piaciuta l’idea di commemorarlo così quell’evento.
    Il ricordo è forte anche quest’anno, come sempre.

  8. maredidirac ha detto:

    Ero in campeggio. Noi non avevamo la televisione ma i vicini di roulotte si: eravamo in tanti da sentire la notizia…tutti in piedi…i bimbi e i ragazzini davanti e dietro i genitori.
    Era tutto così silenzioso, non sentivo neache le cicale.
    Un vuoto fortissimo e doloroso.

  9. d4rkcloud ha detto:

    Sai qual è la cosa più straziante, in tutto ciò?
    Che il giorno in cui morì, Paolo stava andando a far visita alla madre.
    Sapeva che era un rischio, ma comunque lo ha fatto.
    Ancora oggi, quando ripenso a quel giorno, mi viene in mente il dolore mio e di tutta una generazione di siciliani che, nell’arco di pochi mesi, avevano perso ogni speranza di affrancarsi dalla mafia.

  10. evdea ha detto:

    Un bel lavoro di Ranucci l’utlima intervista a borsellino… rainews 24 se non ha epurato ne conserva tutto girato e parlato… un bel modo di ricordare borsellino… bravo!

  11. storie ha detto:

    Renato Di Natale, il procuratore che si occupa delel nuove indagini sui mandanti della strage di via d’amelio: speriamo sia coraggioso come Borsellino.

  12. 1KONAN ha detto:

    A PAOLO BORSELLINO ED AL SUO AMICO GIOVANNI FALCONE, IL RISPETTO PIù GRANDE, SIA PER “ESSERE” L’ESPRESSIONE PIù BELLA DELLA DEMOCRAZIA E SIA PER AVER DIMOSTRATO A TUTTI CHE CI SONO “ITALIANI VERI” SOPRATUTTO NEL MERIDIONE.
    A LORO E A QUELLI CHE SAPRANNO SEGUIRNE LE ORME, IL GRAZIE PIU COMMOSSO E AFFETTUOSO.

    (POLEMICHE ZERO PER OGGI…..)

  13. Stufa ha detto:

    Sono passati quindici anni e sembra ieri. Il tempo invece passa, e la mafia resta. Come possiamo, noi esseri mortali, sconfiggere l’immenso potere del demone-denaro?
    Non ce la faremo mai…

  14. aragnof ha detto:

    Hai ragione Alex, il resto è storia…
    Mi piacerebbe però che un giorno la storia non la raccontino più solo quelli che hanno vinto, ma anche gli Ultimi…
    Onore a Paolo e a tutti gli altri già diventati storia di questo maleodorante paese.
    Ciao
    Ultimo

  15. samuelesiani ha detto:

    Dov’è l’agenda????????????????????

  16. lorypersempre ha detto:

    Domenica scorsa, sull’autostrada che passa vicino a Capaci, ho visto la stele marrone che ricorda l’assassinio del giudice Falcone, di sua moglie e della scorta.
    Un brivido.
    Leela

  17. maddyaff ha detto:

    Sono passati 15 anni, ma quel tuffo al cuore non passa…ogni volta che ci ripenso, che il mio pensiero si sofferma, provo un’ emozione che veramente non saprei descrivere a parole.

  18. napartaud ha detto:

    Un caro saluto a Giovanni, a Paolo… e a tutte le persone che, per il coraggio mostrato di fronte all’ingiustizia e all’odio… non moriranno mai nei nostri ricordi.
    Buon week-end.
    Au revoir.

    Sinceramente e teatralmente.
    R.M.N.

  19. Sydbarrett76 ha detto:

    se non se li ricorda da sola la gente ‘sti qua col cazzo che ne resterebbe memoria.
    chi li deve onorare, i mafiosi in parlamento?

    cmq sugli anniversari sei qualcuno, non c’è che dire 😉

  20. vintervila ha detto:

    Pensare e ricordare questi uomini e donne è così galvanizzante e doloroso al contempo che sembra che ti scoppi il cuore per due ragioni diverse…

  21. acuacheta ha detto:

    Ce l’ho in mente come fosse ieri….
    😦

  22. MisterCima ha detto:

    Infinita rabbia e commozione.
    Ma si può dire che quella frase è un po’ sopra le righe (e ho usato un eufemismo)?
    Solo grazie alla paura l’uomo diventa cauto e riesce a condurre (e a vincere) le proprie battaglie.
    Falcone e Borsellino avevano paura a sufficienza per non sottovalutare chi stavano combattendo.
    E sufficiente coraggio per affrontarlo.
    Ci mancano, ci mancano, ci mancano.

  23. VIQUE ha detto:

    Sono molto colpita dal commento di d4rkcloud; per la speranza dei siciliani la morte di Borsellino è stata una mazzata tremenda
    io ero una ragazzina ma ricordo molto bene la disperazione di quel giorno.

  24. annadellaporta ha detto:

    oh!
    ma dove stai?

    ciao!

  25. pieroC ha detto:

    Non dirmi che sei già in Vacanza.
    ciao

  26. lorypersempre ha detto:

    Speriamo che il sistema non ti abbia ancora accoppato 😦
    Leela

  27. utente anonimo ha detto:

    Salve a tutti,

    ho appena sentito Alex. A chi si preoccupa per la sua incolumità, stia tranquillo, è ancora vivo e vegeto e libero. La sua assenza è però giustificata da accadimenti di grande importanza…

    Immagino ne parlerà lui, se vorrà farlo, quando tornerà a scrivere.

    Fabio

  28. ladolcetempesta ha detto:

    piu leggevo il tuo libro e piu due domande si affollavano alla mia mente
    cazzo tutti sanno o meglio quelli che potevano evitarlo questo disastro sitematico di distruzione del futuro ambientale e fisico per le conseguenze di tale violenza sulla natura
    e cosa sarebeb seguito quest’ennesima denuncia
    ti abbraccio alex sei un grande
    e dico davvero

  29. Sydbarrett76 ha detto:

    beh, aspettiamo anche il seguito delle disgrazie nucleari….

  30. Woods ha detto:

    me lo ricordo perfettamente.
    avevo 14 anni, ero in vacanza con i miei genitori e mio padre a stento cercava di trattenere le lacrime.
    non lo dimenticherò mai.

  31. napartaud ha detto:

    Passo per lasciarti il mio inchino e l’augurio per un sereno week-end… sarò in ritiro spirituale fino al 16 agosto.
    Un caro saluto.
    Au revoir.

    Sinceramente e teatralmente.
    R.M.N.

  32. annadellaporta ha detto:

    un abbraccio sincero.

    a presto!

  33. Pralina ha detto:

    Alex, ti abbraccio fortissimo.

  34. ciailan ha detto:

    mi spiace, ti sono vicina

  35. umader ha detto:

    Un grande abbraccio, spero di rileggerti presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...