.: Un’altra frattura nella democrazia :.

In queste ore a Caserta, in località “Lo Uttaro” l’aria si sta scaldando,
e non per la primavera. In tale zona, vi è una discarica dichiarata illegale
e contenente rifiuti sversati abusivamente anni fa. L’area secondo la
magistratura doveva essere già chiusa e bonificata svariati anni
fa. Nonostante ciò, l’ennesimo commissario straordinario per la gestione della
perenne emergenza rifiuti in Campania, ha deciso di
utilizzare quella discarica per sversarvi i rifiuti
“tal quali”, ovvero così come vengono gettati nei cassonetti, senza alcun tipo
di differenziazione, senza separazione dell’umido dal secco, con i conseguenti
enormi rischi per la salute e per l’ambiente, già martoriato.
Infatti, la materia umida, organica, presente nell’immondizia, sotto questo
caldo sole primaverila andrà in putrefazione nell’arco di pochi giorni,
iniziando a rilasciare percolato (ne abbiamo parlato spesso qui) nel terreno,
che non risulta sia stato trattato.
Davanti alla discarica di Lo Uttaro si è formato un presidio di cittadini.
L’operazione fino ad ora è andata avanti con un discreto successo, tranne tre
camion che hanno scaricato la scorsa notte tra le 3.00 e le 3.15. La situazione
sta diventando bollente: la polizia si sta preparando allo sgombero coatto.
Rivedo ancora una volta davanti agli occhi scene già viste, anche se all’altro capo dell’Italia, perchè anche in quella occasione
qualcuno aveva deciso che un’istanza partecipativa dei cittadini andasse
trattata come
problema di ordine pubblico
. Nel frattempo è cambiato il governo, ma la sostanza
è rimasta la stessa. Non si vede molta differenza.
Ora come allora, e come ancora anni prima, la mia analisi
rimane la stessa
(possibile che nessuno mi fa cambiare idea?)
 

Lo sgombero forzato previsto per le 16.00 di oggi non è riuscito. A mio
avviso ci sarà però un momento critico nelle ore centrali della prossima notte. Giusto
per “allargare” la frattura che c’è nella democrazia dell’Italia.
 

Per maggiori informazioni in tempi brevi sul “caso Uttaro”, meglio visitare
i blogger che sono sul posto:
 
Blog di Virgilio Falco
Blog di Giulio Finotti
 

Intanto, stasera e stanotte si resta con il cellulare acceso, pronti ad ogni
evenienza.
Stavolta, mi auguro che non ci siano aggiornamenti da fare. Non ne posso
più di contare i feriti.
Ad ogni modo, nel caso ve ne fosse bisogno, qui saranno date tempestive
comunicazioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, napoli, politica, provocazioni, stress. Contrassegna il permalink.

4 risposte a .: Un’altra frattura nella democrazia :.

  1. utente anonimo ha detto:

    Mi permetto solo di aggiungere alcuni link informativi sulla questione “Lo Uttaro”.

    Innanzitutto, lo spazzatour.

    Poi un thread sul forum del Meetup di Caserta.

    E poi gli articoli selezionati da Google, qui.

    In ultimo, vorrei pregare tutti i lettori di spargere quanto più possibile la notizia: c’è bisogno che la gente sappia, e c’è bisogno di gente al presidio. Ora. Adesso.

    Grazie a tutti,
    Fabio

  2. MisterCima ha detto:

    E dopo quest’aria da trincea come faccio a infettarti il meme?
    http://aiuto.blogsome.com/2007/04/23/cinque-pezzi-facili/

    Ci vediamo alla presentazione, spero…

    A.I.U.T.O.

  3. lorypersempre ha detto:

    Alex, tu che te ne intendi, che soluzione proporresti per risolvere “l’emergenza” rifiuti in Campania?
    Leela

  4. alex321 ha detto:

    Leela… accidenti.. ci ho scritto un libro intero sull’argomento… con tanto di soluzioni 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...