.: Come muore la mia terra. Un anno dopo :.

Ne è passata di acqua sotto i ponti (ed anche di guai), da quel

23 febbario 2006
.
Senza rifare tutta la storia, che trovate integralmente
nel tag “discariche”,
questo post serve a dare spiegazioni.
 

Serve a dire dove siamo esattamente un anno dopo, il 23 febbraio 2007 (cioè oggi).
E andiamo subito al dunque, anche se a qualcuno potrebbe sembrare uno spot pubblicitario,
ma chi mi segue da tempo sa che in realtà è solo uno dei tanti nodi, nonchè una tappa
intermedia.

 



Sconsiglio ai quei tre o quattro interessati l’acquisto on-line della
copia stampata singola. Quella
dell’acquisto singolo on-line è la strada buona per chi si
accontenta del formato elettronico e gradisce gli e-book (tenendo
conto che sono 236 pagine). Il motivo è semplice: siccome
ho cercato di tenere basso il costo del volume (rinunciando a guadagnarci
io, cosa che infatti non mi interessa, ma anche rinunciando a cose come
copertina rigida e ripiegature), in pratica succede che le spese
di spedizione sono quasi equivalenti al prezzo del volume, e se si richiede
una spedizione espressa… addirittura si supera il prezzo del
volume. Sinceramente
credo sia un peccato raddoppiare il prezzo a causa delle spese di
spedizione.
Viceversa, se siete un gruppo di persone intenzionate a comprare
più copie, facendo un’unico ordine di spedizione, allora la strada
dell’acquisto on-line è ok.
Il codice ISBN è: 978-1-84753-184-1.
Pertanto, questo è il codice da comunicare alle librerie.
La strada migliore, a mio avviso, è “convincere” le librerie ad
ordinarne un certo numero di copie. Proprio per favorire le librerie,
il prezzo finale non è imposto: sta al libraio fissarlo (in pratica
dietro non c’è stampato il prezzo al pubblico), in modo da
incorporare anche le spese di spedizione.
Il punto critico dell’intero progetto è proprio questo: trattandosi essenzialmente di
una autoproduzione, non esiste una vera e propria catena di
distribuzione. O meglio, la distribuzione c’è, ma è quella di
Amazon, Borders, e Barnes & Noble. Tali distributori, come
penso sia noto, non fanno la distribuzione capillare alle
librerie, ma distribuiscono all’ingrosso solo alle librerie
che ordinano il titolo. Pertanto, per la diffusione, è necessario
convincere le librerie ad ordinare il titolo.
A tal fine, ogni suggerimento sarà ben accolto 🙂 Anche ogni aiuto 🙂
 

Passiamo a cose più serie e informative per chi casualmente volesse
approfondire:
Testo della quarta di copertina
Indice
Anteprima on-line.
 

In ogni caso, siete liberi di dire che non mi conoscete e non mi avete
mai letto.
 

In questo momento, vorrei evitare di fare analisi. Essenzialmente perchè
sono stanchissimo, le scorse due settimane sono state caratterizzate da una
roadmap rigidissima, con tempi stretti e con tutto molto stressante. Troppo
stressante.
Le analisi e le riflessioni magari seguiranno nei prossimi giorni, se ci saranno
spunti interessanti, però
c’è una cosa che voglio puntualizzare adesso: tutto questo lavoro è nato e
cresciuto qui. Di persone in gamba e disponibili che, a vario titolo, hanno
dato una mano ce ne sono state molte. Tutte trovate qui. Su questo blog,
tra i blogger, a parte ovviamente i componenti della redazione di
Altrenotizie, che
ringrazio perchè si sono fatti un c**o così.
Tutto il lavoro è stato possibile perchè non sono stato affatto nè
solo nè isolato. Non solo online, ma anche sulle strade, nelle campagne, nelle
discariche, nella vita reale. Ma chi era con me… era sempre gente incontrata, in un
modo o in un altro, attraverso queste pagine.
Insomma, ne ho di ringraziamenti da fare. Non ne faccio solo perchè
certamente dimenticherei qualcuno, e non sarebbe giusto. O forse è perchè
vorrei ringraziare davvero tutti quelli che passano di qua quotidianamente
o saltuariamente. Tutti. Perchè se è venuto fuori tutto questo, è merito vostro. Solo vostro.
 

Ed ora che il dado è tratto, e non si torna più indietro, posso assentarmi
un attimo per prendere un caffè? 🙂

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in comunicazioni, discariche, libri, stress, vie dei rifiuti. Contrassegna il permalink.

62 risposte a .: Come muore la mia terra. Un anno dopo :.

  1. lorypersempre ha detto:

    Ho sfogliato on line le prime pagine e devo dire che mi prende. Un grande, grandissimo applauso virtuale.
    Visto che devo andare da Feltrinelli ad ordinare “Straneurocrate” penso che aggiungerò anche il tuo testo. E se lo trovo lo metterò vicino a “Gomorra” di Saviano, così si faranno buona compagnia.
    Buon tutto,
    Leela

  2. storie ha detto:

    UNA SPLENDIDA GIORNATA!!!

    Scusate, ora scappo, devo correre in libreria :)))))

  3. minpepp ha detto:

    WOW! WOW! WOW! Ecco cosa si nascondeva dietro il conto alla rovescia!!! Bene, mi hai tolto da un grande imbarazzo, perché ora so cosa leggere non appena avrò finito il libro che ho adesso sul comodino! 😉

  4. Demona ha detto:

    Mo ho capito tutto…ecco perchè ti servo eheheheh…
    6 un grande!!!

  5. mata63 ha detto:

    Evvai Ale!!!

    Quando diventerai famoso ti ricorderai di me e mi inviterai ai party con i vips? ;o)

  6. umader ha detto:

    E’ davvero una bella giornata, oggi.
    Una sola parola all’autore del libro: grazie. Grazie per tutto quello che ha fatto e che ha scritto.

  7. Batsceba ha detto:

    bene! bravo!
    e sei onesto anche nei consigli per gli acquisti.
    cercherò di pubblicizzarlo, ma non vivendo in italia non mi sarà facile.
    sul mio blog, ma non è che sia tanto famoso…
    un abbraccio di quelli veri

  8. ladolcetempesta ha detto:

    🙂
    e mo rilassati e lasciaci leggere le tue fatiche (o visto il sostegno di quanti ti hanno sostenuto )
    le fatiche che sono racchiuse nel libro

    buon caffe’ ale’

  9. alex321 ha detto:

    Eccomi qua. Ho preso il caffè.
    Mi sto riprendendo dallo shock.
    Ora ci sono.

  10. utente anonimo ha detto:

    E te l’avevo detto che t’avrei sostenuto pure io, se non altro con l’eco del blog, che non è molto, ma a qualcosa può servire!!! 😉

    minpepp sloggata

  11. dodo712 ha detto:

    Grande! 🙂
    Passerò a strapazzare il mio libraio perchè lo trovi. Male che vada c’è sempre l’ebook. 🙂
    Bravo!!

  12. AngyBi ha detto:

    Standing ovation, applausi e caduta di coriandoli dall’alto.

    Lo vedi che c’ho ragione!

    The people have the power!

    😀

  13. laura48 ha detto:

    Sono mancata per un periodo e quindi mi devo mettere in pari con la lettura dei tuoi post….per il momento mi limito ad un abbraccio e ad augurarti un buon caffè:-)))

  14. rapace ha detto:

    Buon caffè, ma soprattutto complimenti e spero tanto che questo testo venga letto da parecchi.
    Hai sempre dimostrato grande competenza in questo campo.
    Vorrei leggerlo in primis anche io, ma con i testi virtuali non ho molta dimestichezza…quanto costerebbe, sui 20 euri il tutto?

  15. VIQUE ha detto:

    Tantissimi complimenti!Avevo letto quel toccante lavoro e è giusto che abbia un seguito;lo ordineremo sicuramente.
    un saluto dalla “blogsitter” del Giramundo.
    Veronica

  16. alex321 ha detto:

    Ragazzi qua è un delirio…

  17. dilaniagrini ha detto:

    in che senso un delirio?

  18. alex321 ha detto:

    Nel senso che tra comunicati stampa e cose varie, non sto capendo più niente 🙂
    Poi: qualcuno ha ordinato già una copia. Una sola. Secca e singola.
    Avanti, l’ho capito che è stato uno di voi…! 😀 Chi è stato, a fare la corsa per la copia uno?
    Solo per curiosità mia eh! Non voglio violare la privacy di chicchessia!!!

  19. ThePacky ha detto:

    Ottimo Alx… Buon week…

  20. alex321 ha detto:

    Sarà un week end impegnativo, mi sa…

  21. Giotto40 ha detto:

    Ciao!..qualche settimana fa cercava di dirmi che lui è gay…voleva vedere la mia reazione e se mi scandalizzavo….
    Ma, credo che non sia gay…ha solo visto sua madrea andare a letto con un altro uomo ed è rimasto schifato….
    quanto è complicata la vita!

  22. Anyanka ha detto:

    Complimenti. Pubblicizzato! E se riesco, lo leggerò… non prometto nulla, però.

  23. varcaLaSoglia ha detto:

    Complimenti per il successo delle tue fatiche.
    E per il coraggio dimostrato.

  24. rapace ha detto:

    “in pratica succede che le spese di spedizione sono quasi equivalenti al prezzo del volume, e se si richiede una spedizione espressa… addirittura si supera il prezzo del volume. Sinceramente credo sia un peccato raddoppiare il prezzo a causa delle spese di spedizione.”
    Avevo letto questo, quindi pensavo costasse quasi il doppio di 12,46 euro…

  25. alex321 ha detto:

    No no. Quello è il prezzo finale in libreria. Ordinandolo on-line non paghi la distribuzione, ma paghi le spese postali, per cui vai sui 15,46.

  26. minpepp ha detto:

    Stamattina andavo abbastanza di corsa, ma ora che ho potuto tirare un po’ il fiato ho modificato il mio post con una breve nota, che spero solletichi la curiosità e la voglia di sapere delle persone.
    Buon weekend di fuoco! 😉

  27. alex321 ha detto:

    Allora.
    Facciamo chiarezza sul prezzo.
    Copia stampa acquistata on-line: 9.90 + spedizione. La spedizione varia dai 4.5 euro a cifre più alte a seconda se è economica, standard o espresso.
    In libreria: si consiglia 12.46.
    e-book: 1.33

    Ora devo allontanarmi per motivi vari. Tornerò tardi, forse quando sarete tutti a nanna.
    Se qualcuno vuole il PDF del comunicato stampa, non ha che da chiedermelo 😉

  28. utente anonimo ha detto:

    Aggiungi un lettore..anzi lettrice 😛

    abe

  29. avvocangeldemon ha detto:

    e bravo Alex !!!!!
    Avvocangelo Paola

  30. utente anonimo ha detto:

    Grande Doktor!così si fa!:D

  31. evdea ha detto:

    ebbravo il dottore dovro’ darle del lei!

  32. minpepp ha detto:

    Adesso sono io che arrosisco… sono contenta che quello che ho scritto ti sia piaciuto!
    Io ho conosciuto il tuo blog proprio grazie a quel fatidico post che mi colpì molto, perché mi ha aperto gli occhi su come di un problema GRAVE si parli poco, e soprattutto in maniera molto superficiale, tacendo su quegli aspetti cosiddetti scomodi, cosicché chi il problema ce l’ha se lo tiene, e chi non lo conosce possa continuare a vivere nella sua beata ignoranza.
    Ormai ci sono dentro, sei riuscito a coinvolgermi e per questo ti seguirò attentamente in quest’avventura, sperando che ti porti a dei risultati vittoriosi!

    P.S. Ovviamente a me il PDF del comunicato stampa… fammi sapere in che modo me lo puoi far avere, se ti serve la mia email. Miao!

  33. annadellaporta ha detto:

    solo se dovessi scrivere per caso la marca del caffè che prendi sarebbe pubblicità.
    ciao!

  34. utente anonimo ha detto:

    Non potevo esimermi dal farti anche io i miei complimenti, Alex. 🙂

    Fabio

  35. utente anonimo ha detto:

    complimenti…
    e’ gia’ nella lista delle cose da leggere e ha scavalcato parecchie posizioni (insomma e’ dietro solo la montagna di articoli di lavoro che ho da leggere)

    Carmen-asteria

  36. FuoriTempo ha detto:

    Complimenti!

    Questa di Lulu mi sembra anche un’ottima cosa per non farsi derubare da certi editori truffaldini…

    Ri-complimenti

  37. mob ha detto:

    Grande….tanti tanti complimenti!

  38. Alderaban ha detto:

    Complimenti..proverò a richiederlo.

  39. napartaud ha detto:

    Meriteresti più che un caffè, carissimo… molto di più.
    Pensavo al versare un ettolitro di caffè bollente sulle chiappe di chi compie tutto questo scempio… ma poi mi ricordo che il caffè serve anche per svegliare la gente che ora dorme… e allora, dovremmo offrire a tutto il popolo italiano una buona tazzina di caffè.
    E magari, vicino, il classico bicchier d’acqua… perché a volte è davvero necessario sciacquarsi la bocca.
    Buon week-end, carissimo.
    Au revoir.

    Sinceramente e teatralmente.
    R.M.N.

  40. aneres- ha detto:

    E bravo cumpà…beh farò pubblicità altuo libro e andrò a ordinarlo da buona campana che sono anche se nella mia città di origini prov. di SA si fa la raccolta differenzia, a me sembra che sotto ci sia cmq un magna magna ma almeno nn siamo invasi dalla MONEZZA, o meglio i miei parenti dato che io vivo in toscna:p beh quando diventi famoso non fare che nn passi piu a prendere il caffè da me!
    LE VIE INFINITE DEI RIFIUTI: ACCATTATAVILL’!

  41. atyka ha detto:

    Complimenti, Alex!!!

  42. utente anonimo ha detto:

    EWWAIIIIIIIII!!!!

    Bravooooooooo

  43. utente anonimo ha detto:

    Complimenti Alex! 🙂
    Quando mi rinsanirò, questo sarà uno dei miei primi acquisti.

  44. acuacheta ha detto:

    Uhsignur…. scrivi così male che bisogna dire di non conoscerti??
    Ma falla finita…. mi sa che l’overdose di caffeina ti ha intorpidito il cervello….

    P.S.: ha ragione Lory, il tuo libro è perfetto accanto a Gomorra… anche se spero sia un po’ meno…. forte!

  45. Galdo ha detto:

    Vedo solo ora questo post…
    Ultimamente sono un pò in aria, perdo i colpi, e anche i post 🙂
    COMPLIMENTI!! bella lì 🙂
    Sono contento per te Ale!!
    Sei un mito!!

  46. utente anonimo ha detto:

    COMPLIMENTI!!! Finalmente riesco a connettermi e a vedere la realizzazione del tuo progetto! Hai lavorato davvero tanto per arrivare a questo obiettivo e spero davvero che adesso arrivino i risultati.
    E’ scontato che non me lo lascerò sfuggire.

    Ti abbraccio

    ps. copertina niente male, eh! E anche sul resto non ho dubbi 😉

    Agnes

  47. utente anonimo ha detto:

    con grande ritardo, alessandro, mi complimento anche io per il lavoro.
    bravo!

    cosima

  48. agoinunpagliaio ha detto:

    Lo comprerò sicuramente, mi interessa DA VICINO!
    BRAVO, complimenti.

  49. marzia ha detto:

    Alex, ma lo presenti a Salerno o lo hai già presentato?
    Oppure ho capito male?

  50. IenaRidens79 ha detto:

    Dopo aver letto Gomorra credo che sia necessario approfondire le questioni legate allo smaltimento dei rifiuti…

  51. astronik ha detto:

    Alla faccia del bicarbonato!
    Inquietante… davvero inquietante….
    Ottimo lavoro! Complimenti!

  52. utente anonimo ha detto:

    Grande Alex, complimentoni! E’ stato un vero piacere conoscerti mercoledi davanti una (ehm… erano tre) boccia di vino! Ho ordinato una copia per me ed una per sANTAkLAUS di NewsPusher.org
    Speriamo si diffonda al più presto.
    Un saluto nella speranza di ri-incontrarti
    Marco

  53. utente anonimo ha detto:

    E vabbè…ho letto troppo tardi il tuo post e ho già ordinato il libro cartaceo su lulu… ordinato, ricevuto e letto! Compimenti, veramente. anche se non è facile segurie tutti gli intricatissimi fili del discorso: immagino che lavoro sia stato mettere ordine e riassemblare il tutto,un lavoro davvero importante e necessario. Una cosa è leggere un trafiletto o un articolo ogni tanto, un’altra avere sotto gli occhi il quadro completo o quasi della situazione… il risultato è agghiacciante.

  54. utente anonimo ha detto:

    A proposito, visto che ti piace tanto il caffè… ti segnalo questo progetto di un nostro conterraneo, anche lui “emigrato” 😉 http://blog.gamberorosso.it/dfm/archives/2007/04/istantanee_al_c.html
    (in fondo al post)

  55. ErreNoveNove ha detto:

    http://erren[..] Da qualche tempo la questione dello smaltimento rifiuti in Campania è tornata alla ribalta delle cronache. Ma avete notato che giornali e tv si prodigano nel dare praticamente sempre la stessa notizia – in Campania non si sa dove buttare i rifiu [..]

  56. FuoriTempo ha detto:

    http://fuori[..] "Le vie infinite dei rifiuti" [..]

  57. ProfumoLavanda ha detto:

    Fiumi di Munnezza..[..] Come muore la mia terra. Un anno dopo Ne è passata di acqua sotto i ponti (ed anche di guai), da quel 23 febbario 2006. Senza rifare tutta la storia, che trovate integralmente nel tag "discariche", questo post serve a dare spiegaz [..]

  58. utente anonimo ha detto:

    pippo

  59. keroppa ha detto:

    Con(ri)sonanza – un anno dopo[..] Qualcosa di molto importante è pronto a riprendere il suo viaggio, finalmente, seguendo un percorso che tocca e riguarda la vita di ognuno e molto da vicino. Che si sia disposti ad accettarlo o meno, in qualunque regione di questo paese si E [..]

  60. mangiabambini ha detto:

    http://mangi[..] non si smetta di parlarne [Alex321 ha scritto questo post qui. Lo riporto per intero e soprattutto rinnovo l’invito di Alex321 a farlo girare con link, e-mail, e quanto la tecnologia metta a disposizione.] .: Come muore la mia terra (post incazzato n [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...