.: Ritiro :.


Visto che è venerdì, vi lascio un bell’argomento caldo, anzi scottante. Caldo, ma
personale. Niente politica e cose pubbliche.
Tutti conoscete l’immagine qui di fianco. E’ l’immagine collegata al
mio lavoro sulle discariche campane.
Già, perchè di questo parlo ancora oggi, per l’ultima volta.
Immagino, mentre scrivo, le facce di quelli (tra voi lettori) che conosco
di persona (altrimenti che facce potrei mai immaginare?), e quasi leggo
sulle vostre espressioni arricciate cose tipo: “Come sarebbe a dire l’ultima?”
Già, l’ultima. Perchè su questo argomento, io mollo la partita.
Sì sì. Lo so bene che con questa mossa mi rivelerò una delusione per
più di una persona. Lo so benissimo. Non chiedo nè la vostra solidarità,
nè la vostra comprensione.
Per portare avanti il lavoro in questione, senza che ci giriamo attorno, ci
vuole una “stoffa” che io non ho. Si sa bene, è facile intuirlo, che per
portare avanti una cosa del genere bisogna saper reggere pressioni molto
intense per periodi molto lunghi. Non ho la forza per reggere tutta questa
pressione, e la sto reggendo da fine febbraio. Con notevoli conseguenze sul
mio sistema nervoso.
Se da un lato rischierei di rovinarmi la salute (cosa della quale potrei –
in particolari casi – anche fottermene), dall’altro c’è il rischio che la
salute me la rovini qualcun altro. Se fossi solo al mondo, potrei fottermene
anche di questo.
Inoltre, avrei dovuto tenere “la testa libera”, senza altre pressioni
“esterne”, come altri problemi che possono esserci nella vita o nel
lavoro. In questa fase della mia vita, non mi è possibile eliminare
queste altre pressioni.
E le pressioni si sommano. Sempre. E prima o poi la valvolina scoppia.
 

Alla fine si sa, in tutti i settori della vita, e quindi anche in questo, la
prima cosa che viene a galla è sempre la merda. Anche qui la merda è venuta a galla
prima che potessi far venire a galla qualcosa che non fosse merda. Non ho avuto
la forza, non ho avuto la capacità per frenare l’ascesa della merda, per cui
prima che si trasformi in beffa faccio meglio a tirarmi indietro.
Avrei potuto tacere su tutto questo, mettermi a postare altre cose, lasciar
cadere nel silenzio il mio abbandono, ma non ci riesco, e mai ci riuscirei:
sarebbe una gravissima scorrettezza nei confronti di tutte quelle persone che
nei mesi scorsi hanno seguito questo blog non per simpatia nei miei confronti,
ma per gli aggiornamenti sull’inchiesta sulle discariche.
Mi va di essere onesto, anche nel momento del “mollare la presa” e dell’abbandonare
la partita. Partita che non finisce di certo! Ma non ci sarò io. La partita
potrà essere portata avanti solo da chi ha più “appigli” che lo tengano al
sicuro: per fare certe cose ci vuole il culo parato, ed io non ce l’ho.
Tanto alla fine siamo tutti anelli di una catena. E’ tempo di cedere il
testimone all’anello successivo, chiunque sia.
Sono perfettamente cosciente di causare delle delusioni in più persone. Mi
dispiace di aver deluso, ma non posso fare altrimenti.
Mi dispiace per quella “squadra” di persone che volontariamente mi ha
affiancato da febbraio in poi, mettendo energie in un progetto pieno di
potenzialità. A queste persone devo certamente delle scuse.
Anzi: scusate tutti. Ho fallito l’obiettivo. E lo ammetto in pieno.
Unica nota che rivendico a mio favore: per come è andata, per come ho
condotto la cosa, resto a testa alta, senza vergognarmi del fallimento
finale. In fin dei conti, è andata bene così.
Buon fine settimana.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in discariche. Contrassegna il permalink.

68 risposte a .: Ritiro :.

  1. evdea ha detto:

    Ogni riga che hai scritto fara’ da start per il lavoro di un altro… è un passaggio di testimone, tu sei uno che non scrive per metterci la firma…
    quindi di che fallimento vai accucchiando?
    Ferie si chiamano ferie… si chiama mollare la tensione… non fallire… io lo chiamo indicare rotta… e in questo sei riuscito benissimo…
    guaglio’ mo non ci crogiolimo nel compatimento!
    Su!Animo!
    Wissssssshkass wissssskass… pure un po’ di kittekatt!

  2. evdea ha detto:

    Ogni riga che hai scritto fara’ da start per il lavoro di un altro… è un passaggio di testimone, tu sei uno che non scrive per metterci la firma…
    quindi di che fallimento vai accucchiando?
    Ferie si chiamano ferie… si chiama mollare la tensione… non fallire… io lo chiamo indicare rotta… e in questo sei riuscito benissimo…
    guaglio’ mo non ci crogiolimo nel compatimento!
    Su!Animo!
    Wissssssshkass wissssskass… pure un po’ di kittekatt!

  3. Galdo ha detto:

    secondo me non hai fallito l’obiettivo; come hai scritto tu, qualcun’altro proseguira in questa cosa. hai dato gli stimoli giusti questo è sicuro.
    questo post dimostra ancora una volta la tua profonfa onestà.

    Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere il tuo entusiasmo. (W. Churcill)

    Sarai vincente lo stesso, non ho dubbi. Grande Alex

  4. Galdo ha detto:

    secondo me non hai fallito l’obiettivo; come hai scritto tu, qualcun’altro proseguira in questa cosa. hai dato gli stimoli giusti questo è sicuro.
    questo post dimostra ancora una volta la tua profonfa onestà.

    Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere il tuo entusiasmo. (W. Churcill)

    Sarai vincente lo stesso, non ho dubbi. Grande Alex

  5. ANTONYPOE ha detto:

    non ho seguito la vicenda. ma se non te la senti fai bene a mollare. è onesto. se gli altri ci credono andranno avanti loro.

  6. ANTONYPOE ha detto:

    non ho seguito la vicenda. ma se non te la senti fai bene a mollare. è onesto. se gli altri ci credono andranno avanti loro.

  7. utente anonimo ha detto:

    E’ un discorso il tuo, di una onestà intellettuale che ti fa onore.
    Non hai fallito, non dirlo manco per scherzo, è che bisogna pure tenere conto, e tu lo stai facendo con serietà, che ci sono anche gli altri,
    quelli che ti vogliono bene, la famiglia e tutte le persone che ti accompagnano nella tua vita.

    Buon fine settimana.

    Un abbraccio

    Paolino

  8. utente anonimo ha detto:

    E’ un discorso il tuo, di una onestà intellettuale che ti fa onore.
    Non hai fallito, non dirlo manco per scherzo, è che bisogna pure tenere conto, e tu lo stai facendo con serietà, che ci sono anche gli altri,
    quelli che ti vogliono bene, la famiglia e tutte le persone che ti accompagnano nella tua vita.

    Buon fine settimana.

    Un abbraccio

    Paolino

  9. nebula ha detto:

    a me fa molto male leggere queste righe…

    ma cerchero’ e provero’ di capire,
    una cosa è certa… hanno vinto ancora una volta…

  10. nebula ha detto:

    a me fa molto male leggere queste righe…

    ma cerchero’ e provero’ di capire,
    una cosa è certa… hanno vinto ancora una volta…

  11. infuga ha detto:

    ci dispiace, non possiamo non dirlo…
    però ci hai provato, e hai fatto molto di più di noi e di molti altri… abbiamo solo da imparare da una persona come te

  12. infuga ha detto:

    ci dispiace, non possiamo non dirlo…
    però ci hai provato, e hai fatto molto di più di noi e di molti altri… abbiamo solo da imparare da una persona come te

  13. golem79 ha detto:

    non ti conosco di persona, e visto che non chiedi nè solidarietà nè comprensione, dico solo: “massimo rispetto per te”.

  14. golem79 ha detto:

    non ti conosco di persona, e visto che non chiedi nè solidarietà nè comprensione, dico solo: “massimo rispetto per te”.

  15. utente anonimo ha detto:

    Se cosi hai scelto, è giusto cosi!
    Entropia

  16. utente anonimo ha detto:

    Se cosi hai scelto, è giusto cosi!
    Entropia

  17. ladolcetempesta ha detto:

    alex non hai fallito tu
    bensi ancora una volta
    hanno vinto loro
    ha vinto il sistema della paura
    si siamo tutti maglie di una stessa catena di cui un anello solo non basta a tenerla unita
    quindi la colpa se colpa sia e di tutti noi che squadra a parte non abbiamo saputo darti il sostegno che delle parole e qui si sa contano i fatti e gli appigli giusti come ben dici tu
    spero esista un’altro alex che prenda il tuo testimone

    non sentirti in colpa ci hai provato e comuque hai smosso quelle acque fetide che sono l’affaremonnezza
    un abbraccio

  18. ladolcetempesta ha detto:

    alex non hai fallito tu
    bensi ancora una volta
    hanno vinto loro
    ha vinto il sistema della paura
    si siamo tutti maglie di una stessa catena di cui un anello solo non basta a tenerla unita
    quindi la colpa se colpa sia e di tutti noi che squadra a parte non abbiamo saputo darti il sostegno che delle parole e qui si sa contano i fatti e gli appigli giusti come ben dici tu
    spero esista un’altro alex che prenda il tuo testimone

    non sentirti in colpa ci hai provato e comuque hai smosso quelle acque fetide che sono l’affaremonnezza
    un abbraccio

  19. MisterCima ha detto:

    Alex, stavo per scrivere: pienz’ ‘a salute! sottolineando tutto il meglio che ci può essere in questo augurio, ma meriti senz’altro qualche parola in più.
    Io sono arrivato a te grazie all’eco dei tuoi articoli (post mi sembra in questo momento riduttivo) sulle discariche, ma poi ho conosciuto una persona generosa, attenta agli altri e simpatica.
    Una persona che si ammazza di fatica per denunciare quello che gli altri non vedono (e qui insisto sul fatto che tutto quello che può fare un giornalista in gamba lo potrebbero (dovrebbero?) fare anche le forze dell’ordine, ma lasciamo stare…).
    Una persona che non si è stancata di fare qualcosa per migliorare il mondo nel quale viviamo.
    Una bella persona, insomma, e sono contento di averti conosciuto.
    Non devi sentirti in colpa per non poter più seguire quelle tematiche, hai già fatto moltissimo e siine fiero.
    Come noi siamo fieri di te.

    Cima

  20. MisterCima ha detto:

    Alex, stavo per scrivere: pienz’ ‘a salute! sottolineando tutto il meglio che ci può essere in questo augurio, ma meriti senz’altro qualche parola in più.
    Io sono arrivato a te grazie all’eco dei tuoi articoli (post mi sembra in questo momento riduttivo) sulle discariche, ma poi ho conosciuto una persona generosa, attenta agli altri e simpatica.
    Una persona che si ammazza di fatica per denunciare quello che gli altri non vedono (e qui insisto sul fatto che tutto quello che può fare un giornalista in gamba lo potrebbero (dovrebbero?) fare anche le forze dell’ordine, ma lasciamo stare…).
    Una persona che non si è stancata di fare qualcosa per migliorare il mondo nel quale viviamo.
    Una bella persona, insomma, e sono contento di averti conosciuto.
    Non devi sentirti in colpa per non poter più seguire quelle tematiche, hai già fatto moltissimo e siine fiero.
    Come noi siamo fieri di te.

    Cima

  21. Batsceba ha detto:

    se vuoi chiamarlo fallimento. capisco che tu lo possa anche sentire così….
    sono passata a leggere e tenermi informata. grazie

  22. Batsceba ha detto:

    se vuoi chiamarlo fallimento. capisco che tu lo possa anche sentire così….
    sono passata a leggere e tenermi informata. grazie

  23. agoinunpagliaio ha detto:

    Ma quale fallimento?
    Solo il fatto che una persona in più abbia potuto sapere grazie a te, di tutte le orribili schifezze commesse per quattro soldi ai danni di innocenti, vale la battaglia da te intrapresa
    Sii orgoglioso di te stesso, sei stato molto meno egoista di me e di tanti altri che predicano bene e razzolano male!!!!
    B R A V O.

  24. agoinunpagliaio ha detto:

    Ma quale fallimento?
    Solo il fatto che una persona in più abbia potuto sapere grazie a te, di tutte le orribili schifezze commesse per quattro soldi ai danni di innocenti, vale la battaglia da te intrapresa
    Sii orgoglioso di te stesso, sei stato molto meno egoista di me e di tanti altri che predicano bene e razzolano male!!!!
    B R A V O.

  25. lorypersempre ha detto:

    Nel più puro e banale spirito olimpico ti dico “l’importante non è vincere ma partecipare”.
    “Loro” per ora hanno vinto, e probabilmene continueranno a farlo anche in futuro, avendo soldi e potere dalla loro. Però… altri seguiteranno sulla tua strada, non importa se vinceranno a meno. Tu ne esci momentaneamente ed a testa alta.
    L’importante è che tu possa continuare a guardarti allo specchio senza sputarti addosso :o)
    Noi, il club degli onesti, non ti abbandoneremo comunque

    Standing ovation to Alex!
    L

  26. lorypersempre ha detto:

    Nel più puro e banale spirito olimpico ti dico “l’importante non è vincere ma partecipare”.
    “Loro” per ora hanno vinto, e probabilmene continueranno a farlo anche in futuro, avendo soldi e potere dalla loro. Però… altri seguiteranno sulla tua strada, non importa se vinceranno a meno. Tu ne esci momentaneamente ed a testa alta.
    L’importante è che tu possa continuare a guardarti allo specchio senza sputarti addosso :o)
    Noi, il club degli onesti, non ti abbandoneremo comunque

    Standing ovation to Alex!
    L

  27. alex321 ha detto:

    Sai quale è il punto? E’ che nel club degli onesti ci sono anche io, e a volte mi sembra che siamo il club dei fessi….

  28. alex321 ha detto:

    Sai quale è il punto? E’ che nel club degli onesti ci sono anche io, e a volte mi sembra che siamo il club dei fessi….

  29. Intronata ha detto:

    Alex,
    anch’io ti ho conosciuto grazie a quel post famoso che fece il giro del mondo: non ricordo nemmeno come arrivai a te. Ma una cosa è certa: tu hai fatto molto: hai aperto gli occhi a tanta gente, e la prima sono io. Hai insinuato il giusto sospetto che anche in altre località d’Italia avvengano schifezze simili, dove la gente muore di tumore e nessuno parla, o peggio ancora, pochissimi sanno e conoscono le vere cause.

    E questa tu non credi sia la vera vittoria?

    E’ grazie all’ignoranza che questi fetenti vanno avanti: più siamo a conoscere la Verità, e meglio sarà.

    E tu non sei il salvatore dell’Umanità, perciò è giusto che salvaguardi la tua vita e quella dei tuoi cari. Hai denunciato ciò che hai visto e che sai; ora il compito spetta agli organi competenti che possiedono tutti i mezzi necessari.

    Sorridi e non ti scusare più.
    Bel post. 🙂

  30. Intronata ha detto:

    Alex,
    anch’io ti ho conosciuto grazie a quel post famoso che fece il giro del mondo: non ricordo nemmeno come arrivai a te. Ma una cosa è certa: tu hai fatto molto: hai aperto gli occhi a tanta gente, e la prima sono io. Hai insinuato il giusto sospetto che anche in altre località d’Italia avvengano schifezze simili, dove la gente muore di tumore e nessuno parla, o peggio ancora, pochissimi sanno e conoscono le vere cause.

    E questa tu non credi sia la vera vittoria?

    E’ grazie all’ignoranza che questi fetenti vanno avanti: più siamo a conoscere la Verità, e meglio sarà.

    E tu non sei il salvatore dell’Umanità, perciò è giusto che salvaguardi la tua vita e quella dei tuoi cari. Hai denunciato ciò che hai visto e che sai; ora il compito spetta agli organi competenti che possiedono tutti i mezzi necessari.

    Sorridi e non ti scusare più.
    Bel post. 🙂

  31. spighetta ha detto:

    Comprendo il tuo stato d’animo, ma non sentirti un fallito…. forse un uomo troppo solo per portare avanti una grande battaglia.
    Una forte stretta di mano.
    Grazie.

  32. spighetta ha detto:

    Comprendo il tuo stato d’animo, ma non sentirti un fallito…. forse un uomo troppo solo per portare avanti una grande battaglia.
    Una forte stretta di mano.
    Grazie.

  33. evdea ha detto:

    Per me fesso è chi non capisce quando è tempo di fermarsi… un uomo morto è un uomo muto… e la possibilita’ di scrivere si ferma con lui… fesso è chi non valuta la situazione e si muove d’impulso beccandosi denunce anche se dice il vero perche’ non si è munito di quelle precauzioni e dei mezzi per tutelarsi, “fessi” sono gli eroi della domenica… che muoiono o pagano in prima persona senza produrre cambiamenti o miglioramenti di sorta anche se armati di buonissime intenzioni… “fesso” è chi non capisce che ci sono dei limiti entro i quali si è condannati a stare fino a che non si trova modo e mezzo per andare avanti in condizione di sicurezza… lo so che questa frase ti piace poco… ma vale sempre la regola uno:
    “L’importante è Sempre continuare a scrivere, se cio’ che scrivi ti potrebbe impedire di continuare a farlo, allora tui ti fermi fino a che non trovi il modo di scrivere le stesse cose senza pagarne scotto, se cio’ che scrivi ti impedisce di scrivere ancora in maniera irrevocabile, se scrivi in maniera da impedirti di continuare, allora e solo in quel caso hai perso.”
    Pausa luuuuunga analisi di cio’ che hai in mano e poi, con calma domani o tra vent’anni continui, ma in sicurezza…”
    Ps. senno’ a me chi mi spiega del gas russo?

  34. evdea ha detto:

    Per me fesso è chi non capisce quando è tempo di fermarsi… un uomo morto è un uomo muto… e la possibilita’ di scrivere si ferma con lui… fesso è chi non valuta la situazione e si muove d’impulso beccandosi denunce anche se dice il vero perche’ non si è munito di quelle precauzioni e dei mezzi per tutelarsi, “fessi” sono gli eroi della domenica… che muoiono o pagano in prima persona senza produrre cambiamenti o miglioramenti di sorta anche se armati di buonissime intenzioni… “fesso” è chi non capisce che ci sono dei limiti entro i quali si è condannati a stare fino a che non si trova modo e mezzo per andare avanti in condizione di sicurezza… lo so che questa frase ti piace poco… ma vale sempre la regola uno:
    “L’importante è Sempre continuare a scrivere, se cio’ che scrivi ti potrebbe impedire di continuare a farlo, allora tui ti fermi fino a che non trovi il modo di scrivere le stesse cose senza pagarne scotto, se cio’ che scrivi ti impedisce di scrivere ancora in maniera irrevocabile, se scrivi in maniera da impedirti di continuare, allora e solo in quel caso hai perso.”
    Pausa luuuuunga analisi di cio’ che hai in mano e poi, con calma domani o tra vent’anni continui, ma in sicurezza…”
    Ps. senno’ a me chi mi spiega del gas russo?

  35. evdea ha detto:

    E scusami la logorrea, servono persone che indichino la luna in cielo, affinche’ altre persone si fermino a guardarla e sappiano che esiste ed è la’, creare una coscienza collettiva è importante, ma è un meccanismo lento fatto di centinaia di rotelle, ma di qua ad amputarsi il dito nel tentativo di spostarla ce ne passa, trovo sia piu’ intelligente fermarsi prima di mettersi nella condizione di non essere piu’ in grado di indicare, servono persone con buoni occhi che fanno moloto anche se puo’ sembrare che facciano poco …
    e ora basta. jamm annanz.

  36. evdea ha detto:

    E scusami la logorrea, servono persone che indichino la luna in cielo, affinche’ altre persone si fermino a guardarla e sappiano che esiste ed è la’, creare una coscienza collettiva è importante, ma è un meccanismo lento fatto di centinaia di rotelle, ma di qua ad amputarsi il dito nel tentativo di spostarla ce ne passa, trovo sia piu’ intelligente fermarsi prima di mettersi nella condizione di non essere piu’ in grado di indicare, servono persone con buoni occhi che fanno moloto anche se puo’ sembrare che facciano poco …
    e ora basta. jamm annanz.

  37. varcaLaSoglia ha detto:

    Non vedo dove sia il fallimento.
    Ci sono persone che tracciano nuove strade nella foresta e persone che le rendono sentieri praticabili a tutti.
    Ci sono occasioni in cui sappiamo fare una delle due cose, occasioni in cui sappiamo fare l’altra.
    Tutto qui.
    Bisogna sapersi accettare senza giudicarsi, ma questo è un altro discorso, direi.

  38. varcaLaSoglia ha detto:

    Non vedo dove sia il fallimento.
    Ci sono persone che tracciano nuove strade nella foresta e persone che le rendono sentieri praticabili a tutti.
    Ci sono occasioni in cui sappiamo fare una delle due cose, occasioni in cui sappiamo fare l’altra.
    Tutto qui.
    Bisogna sapersi accettare senza giudicarsi, ma questo è un altro discorso, direi.

  39. vintervila ha detto:

    Nè io nè te sappiamo che faccia abbiamo e possiamo solo immaginare le nostre espressioni, su di un viso indistinto. Questo quando leggiamo i nostri post. Ma immaginare può essere tanto romantico quanto deviante, e infatti leggendo codesto post mai e poi mai ho avuto un sentimento (ed una espressione) di delusione. Penso di capirti molto bene, per quanto possano suonare banali queste parole. Nel mio piccolo ed inutile (al mondo) tran tran quotidiano, mi sto ponendo domande simili, mi sto confrontando ad una pressione troppo alta e, anche se la mia mente e il mio cuore potrebbero sopportarla, il mio fisico non ce la fa. Ma preservarsi significa anche poter dare il meglio di sè quando serve. Logorarsi invece è controproducente, no? Quando si è onesti e forti dentro, non esserlo fuori diventa secondario. Secondo me sei una persona troppo in gamba per poterti rimproverare una scelta che ti salvaguarda.

    Sara

  40. vintervila ha detto:

    Nè io nè te sappiamo che faccia abbiamo e possiamo solo immaginare le nostre espressioni, su di un viso indistinto. Questo quando leggiamo i nostri post. Ma immaginare può essere tanto romantico quanto deviante, e infatti leggendo codesto post mai e poi mai ho avuto un sentimento (ed una espressione) di delusione. Penso di capirti molto bene, per quanto possano suonare banali queste parole. Nel mio piccolo ed inutile (al mondo) tran tran quotidiano, mi sto ponendo domande simili, mi sto confrontando ad una pressione troppo alta e, anche se la mia mente e il mio cuore potrebbero sopportarla, il mio fisico non ce la fa. Ma preservarsi significa anche poter dare il meglio di sè quando serve. Logorarsi invece è controproducente, no? Quando si è onesti e forti dentro, non esserlo fuori diventa secondario. Secondo me sei una persona troppo in gamba per poterti rimproverare una scelta che ti salvaguarda.

    Sara

  41. vintervila ha detto:

    ah e poi aggiungerei che il solo fatto di esserti cimentato e aver cominciato una battaglia di questo genere è una cosa più unica che rara. chapeau solo per questo 🙂

  42. vintervila ha detto:

    ah e poi aggiungerei che il solo fatto di esserti cimentato e aver cominciato una battaglia di questo genere è una cosa più unica che rara. chapeau solo per questo 🙂

  43. mata63 ha detto:

    Perdere una battaglia, non significa aver perso la guerra. Io credo che accettare la realtà ti faccia ancora più grande.
    Un bacio Alex e… sempre sguardo alto!

  44. mata63 ha detto:

    Perdere una battaglia, non significa aver perso la guerra. Io credo che accettare la realtà ti faccia ancora più grande.
    Un bacio Alex e… sempre sguardo alto!

  45. cercacoccole ha detto:

    Uno fallisce quando non ha coscienza di sè e di ciò che ha fatto, creato, stimolato, promosso..Non è il tuo caso.
    Tu conosci le ragioni. La stima e l’ammirazione per ciò che sei e vali rimangono inalterate.
    Abbraccio,
    Eugenia

  46. cercacoccole ha detto:

    Uno fallisce quando non ha coscienza di sè e di ciò che ha fatto, creato, stimolato, promosso..Non è il tuo caso.
    Tu conosci le ragioni. La stima e l’ammirazione per ciò che sei e vali rimangono inalterate.
    Abbraccio,
    Eugenia

  47. lorypersempre ha detto:

    Meglio onesti e fessi che disonesti.
    Non ho dubbi.
    Benvenuto nel club,
    L

  48. lorypersempre ha detto:

    Meglio onesti e fessi che disonesti.
    Non ho dubbi.
    Benvenuto nel club,
    L

  49. Loreanne ha detto:

    Hai avuto il merito di portare alla luce un tema così scottante, far parlare della tua (nostra) terra e di promuovere eco alle notizie, con le tue indagini e approfondimenti.
    Vuoi mettere?
    A qualcun altro, rimpallerei la colpa
    di non assumersi le importanti responsabilità che avrebbe dovuto…
    La società civile ha il compito di vigilare, conoscere, eventualmente denunciare.
    Quanto hai fatto tu, in egregia abbondanza.

  50. Loreanne ha detto:

    Hai avuto il merito di portare alla luce un tema così scottante, far parlare della tua (nostra) terra e di promuovere eco alle notizie, con le tue indagini e approfondimenti.
    Vuoi mettere?
    A qualcun altro, rimpallerei la colpa
    di non assumersi le importanti responsabilità che avrebbe dovuto…
    La società civile ha il compito di vigilare, conoscere, eventualmente denunciare.
    Quanto hai fatto tu, in egregia abbondanza.

  51. Sydbarrett76 ha detto:

    solid

    direi che non c’è da aggiungere altro, non devi scuse a nessuno, nè devi parlare di fallimenti, calcola che la maggior parte delle persone non si sono mai esposti in prima persona, se deve parlare di fallimenti uno che se non altro ha avuto le palle di farlo….

    :**

  52. Sydbarrett76 ha detto:

    solid

    direi che non c’è da aggiungere altro, non devi scuse a nessuno, nè devi parlare di fallimenti, calcola che la maggior parte delle persone non si sono mai esposti in prima persona, se deve parlare di fallimenti uno che se non altro ha avuto le palle di farlo….

    :**

  53. kymma ha detto:

    buongiorno un pò di fretta by imma

  54. kymma ha detto:

    buongiorno un pò di fretta by imma

  55. maredidirac ha detto:

    Per affrontare cose grosse devi essere forte, ora le tue energie devono essere convogliate in altro.
    Come si dice dalle mie parti
    fa nen l’érlu!

  56. maredidirac ha detto:

    Per affrontare cose grosse devi essere forte, ora le tue energie devono essere convogliate in altro.
    Come si dice dalle mie parti
    fa nen l’érlu!

  57. Mollie ha detto:

    Agoinunpagliaio ha già scritto quello che avrei scritto io.

    Un abbraccio, per quel che vale.

    Ciao.

  58. Mollie ha detto:

    Agoinunpagliaio ha già scritto quello che avrei scritto io.

    Un abbraccio, per quel che vale.

    Ciao.

  59. tiptop ha detto:

    Mi stupivo prima… di quanto potesse fare una persona comune… non perchè tu sia comune, NO!, nel senso di uno dei tanti, di quelli col culo non parato. Anzi, in un certos enso mi facevi venire i sensi di colpa perchè pensavo che al posto tuo non avrei avuto tanto coraggio. Ma devi pensare ai tuoi, non sei solo perchè ci sono loro…e ci siamo noi, direi.
    Un bacio
    Cri

  60. utente anonimo ha detto:

    che dire… sono molto dispiaciuto…
    immagino che dopo lo striscione del SanPaolo ci sia stato dell’altro che nn ci dirai mai…

    cmq ti preferisco vivo e in salute che dentro una fossa.. di persone come te ce n’è bisogno!!

    un salutone a testa alta!!!
    Orgogliosi di ESSERE onesti

    sANTAkLAUS – http://www.newspusher.org

    PS
    per fare le rivoluzioni non bastano le palle, c’è bisogno anche dell’occasione giusta.. Robespierre 100 anni prima non sarebbe stato Robespierre…

  61. utente anonimo ha detto:

    che dire… sono molto dispiaciuto…
    immagino che dopo lo striscione del SanPaolo ci sia stato dell’altro che nn ci dirai mai…

    cmq ti preferisco vivo e in salute che dentro una fossa.. di persone come te ce n’è bisogno!!

    un salutone a testa alta!!!
    Orgogliosi di ESSERE onesti

    sANTAkLAUS – http://www.newspusher.org

    PS
    per fare le rivoluzioni non bastano le palle, c’è bisogno anche dell’occasione giusta.. Robespierre 100 anni prima non sarebbe stato Robespierre…

  62. latartaruga2 ha detto:

    Non sono sorpresa e neppure delusa, mi stavo chiedendo cosa aspettassi a lasciare, forse perchè ho tanti anni sul groppone. Tutto ciò che hai fatto è stato utile e servirà a chi prenderà la patata bollente. E poi mi sembra che tu abbia una coscienza civile di dimensioni spropositate e tutto quel che continui a fare lo dimostra. Un abbraccio, anto

  63. mariaprivi ha detto:

    Non so, Alex.
    Delusione c’è da parte mia. Non verso te persona, verso te a cui potevo pensare come alla meraviglia di uno che riesce a smuovere, a portare acqua pulita dove c’è merda e a mandare pian piano la merda in merda.
    Delusione perché loro sono in tanti e parati e quelli come te sono soli e il culo lo hanno scoperto.
    Delusione perché tu sei solo e noi qui ci siamo crogialati appiccicando un post e sentendoci coprotagonisti mentre tu eri/sei solo o quasi.
    Eppure tu hai fatto comunque la differenza, gli hai messo abbastanza paura da farli muovere. E cazzo questo conta anche se non vince.
    Merda di mondo. Merda e merda. Merda che tu debba scrivere questo post, merda che uno come te debba sentire il bisogno di chiedere scusa.
    Scusa lo chiedo io a te: ti ho dato solo parole e per giunta saltuarie. Scusa, mi sono servita di te per vedere l’intorno un po’ meno puzzolente.
    Bene, mi dai forza per essere più attenta nel mio quotidiano, più partecipe, più pronta ad affrontare la merda.
    Ti voglio bene davvero Alex, non solo a parole. Sorridi, sii orgoglioso di te, del coraggio di questo post, che ce ne vuole.
    Ti voglio bene.
    Maria

  64. alex321 ha detto:

    Grazie Anto e Maria…
    davvero di cuore….

  65. alex321 ha detto:

    Grazie Anto e Maria…
    davvero di cuore….

  66. FuoriTempo ha detto:

    Solo per dire che ti capisco – specie quando parli della necessità do appigli e di aver le spalle coperte per fare certe cose – e che non credo qualcuno possa permettersi di criticare la tua scelta. Se questo è un fallimento, vorrei fallire almeno cento volte in questo modo.

  67. mariaprivi ha detto:

    Vero, verissimo, FuoriTempo.

  68. mariaprivi ha detto:

    Vero, verissimo, FuoriTempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...