.: Cronaca dall’Interno di oggi :.

A integrazione del post precedente.
Mattinata di fuoco e fiamme.
Lavoro, ma anche altrenotizie. Mail a valanga.
Scusate se sono stato poco presente, ma vi garantisco che
c’è stato molto poco respiro….
La notte scorsa non è stata una nottataccia perchè me ne
sono stato in osteria a bere e decantare versi, ma sempre
per motivi legati all’attività giornalistica.
Forse, riflettendoci, avrei davvero fatto meglio a seguire
l’alcolizzato del prenestino, magari avrei imparato qualche
canto della Divina Commedia per intero.
Insomma, qui non ci si ferma un attimo…
Insomma, un piccolo uragano che non si è risolto nel
migliore dei modi.
Morale della favola: ulteriore aumento di impegni e
relativa diminuzione del tempo libero. Vi sembra o no,
un buon motivo per passare una nottataccia? 😀
Ora, pare che finalmente le acque si stiano calmando…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in stress. Contrassegna il permalink.

10 risposte a .: Cronaca dall’Interno di oggi :.

  1. avvocangeldemon ha detto:

    Avvocangelo fab

    Dopo lunga e colpevole assenza torno a visitarti e a lasciarti il saluto degli avvocangeli

  2. ma.L.ice ha detto:

    Nemmeno “quasi”, sono gli altri che si lamentano con l’amica (ebbene sì, sarei io :-P) perché ha quel tipo di blog. Sigh.

    L’amica di Anyanka. 🙂

  3. lavalanga ha detto:

    Prenestino, eh? Mi stai quasi ad un tiro di schioppo 😉

  4. maddyaff ha detto:

    a quanto pare l’hai fatta finalmente una capatina all’osteria…. 😀

  5. alex321 ha detto:

    Eh magari.. invece no!

  6. utente anonimo ha detto:

    Indubbiamente dalla tua descrizione speriamo ti aspettino momenti migliori!
    In bocca al lupo!
    Astralla

  7. Anyanka ha detto:

    Mi era venuto il dubbio che tu avessi cambiato idea e fossi andato in osteria… sarà per la prossima volta! 😉

  8. ma.L.ice ha detto:

    Eheh, tendenzialmente sono sempre per la prima via, ma forse stavolta non ho tanta voglia di far crociate, pertanto credo che mi arrenderò ai consigli di Virgilio. 🙂

  9. PravdaRedazione ha detto:

    Ai Sig.ri Senatori
    Gavino Angius e Willer Bordon
    E-mail: angius_g@posta.senato.it
    E-mail: bordon_w@posta.senato.it

    APPELLO PER AMIR
    Lettera aperta
    Il coordinamento nazionale del Centro delle Culture con l’adesione di:
    Movimento Umanista
    Partito Umanista
    Comunità per lo sviluppo Umano
    Energia per I diritti Umani
    Tutti i 4.036 firmatari la petizione “Amir Libero!” (www.c234.net/petizioni/amir)

    Rivolge a Voi Senatori questo appello per sottoporVi il caso di Amir Karar, clandestino nel nostro paese per sfuggire alla persecuzione religiosa in Pakistan dove ha rischiato più volte la vita. Alleghiamo alla presente la memoria scritta e dettagliata dei suoi legali, dove potrete facilmente rilevare l’assurda situazione nella quale si trova oggi Amir, in attesa di ricevere lo status di Rifugiato Politico dalla Commissione territoriale di Milano, il prossimo 28 Settembre.
    Abbiamo scelto di rivolgerci a Voi perché avevamo seguito con interesse la Vostra risposta politica, allorché nel Luglio del 2003 eravate stati promotori della giusta interrogazione parlamentare per la vicenda dell’Ingegnere Siriano e della sua famiglia. Conoscendo bene l’esito della vicenda e la relativa sentenza di Strasburgo che accertò che l’ingegnere era ancora fortunatamente vivo, nonostante le pene inflitte nel duro carcere siriano, ci piaceva comunque ricordare, la forza e l’incisività con la quale in quelle interrogazioni parlamentari, avevate esposto l’assurda situazione giuridica ed amministrativa del nostro Paese in tema di Immigrazione e Asilo Politico, situazione che purtroppo ancora persiste, insieme al rischio di vedere espulsi esseri umani in grave pericolo di vita, nonostante le richieste documentate di pericolo di morte. E tutto questo perché ancora continua ad essere radicata la credenza politica ed amministrativa delle nostre istituzioni, secondo la quale la richiesta di Asilo e Rifugio politico in Italia, rappresenta un modo per aggirare il divieto di immigrazione clandestina, proprio come Voi avevate fatto notare nel Luglio 2003, e che oggi anche se la vostra opposizione è diventata amministrazione del governo italiano, persiste drammaticamente.
    Apprendiamo comunque con moderata soddisfazione, visto il ritardo e i lunghi tempi dell’iter burocratico, che il 21 Settembre 2006 la Camera ha discusso e approvato l’adeguamento alle normative Europee in tema di Asilo Politico. Certi di un vostro rapido e incisivo intervento

    CHIEDIAMO

    una valutazione attenta e rigorosa della domanda di rifugiato politico di Amir K., onde evitare che si possa ripetere la certezza o il solo rischio di “condanne a morte” da parte del nostro paese per persone che come lui si rivolgono a noi appellandosi alla nostra costituzione, alla sottoscritta Convenzione di Ginevra e soprattutto alla nostra civile Umanità.

    INOLTRE CHIEDIAMO

    La chiusura e abolizione totale dei CPT e CPA in quanto strutture che calpestano i diritti umani dei clandestini, sono inutili “parcheggi”, contrastano con i diritti costituzionali, sono anti-economici e non risolvono nessun aspetto né del controllo e gestione dei flussi migratori, né il fenomeno della criminalità e tanto meno del terrorismo.

    La modifica sostanziale e definitiva della legge attuale (Bossi-Fini) in materia di immigrazione per quanto riguarda i temi di asilo politico, trattenimento, gestione delle convalide, ruolo delle questure. Questa infatti, come spesso da Voi ricordato e scritto è uno strumento inadeguato alla soluzione della gestione dei flussi migratori, sia per le istituzioni che devono applicarla sia per gli stranieri che devono subirla.

    Nuove normative per un maggiore controllo sul lavoro in modo da evitare sfruttamenti e situazioni di schiavismo, utilizzando le attuali leggi sull’immigrazione come arma di ricatto per i lavoratori extracomunitari e traffici abominevoli di esseri umani come forza di lavoro sottopagata e abusata. Sappiamo bene che la soluzione di questo aspetto porterebbe a risolvere una buona percentuale dei casi di clandestinità.

    Ci piace infine ricordare che, TUTTI i firmatari di questo appello, credono nell’importanza dei valori più alti e sacri di OGNI Essere Umano, nella enorme importanza della rivalutazione e difesa delle Diversità Culturali, Religiose e Sessuali, e che l’integrazione armoniosa e civile di queste differenze sia la VERA soluzione ai problemi conflittuali e sociali della nostra epoca.

    La Diversità è Ricchezza!!

    Lettera inviata a tutti i media nazionali come comunicato stampa.

  10. utente anonimo ha detto:

    Sì ragazzi, ma io non sono un media nazionale… ho solo un umile blog, dove a volte io stesso commento anonimamente, per far credere che sono andato davvero all’osteria…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...