.: Ve be’ me la sono cercata :.

Il mezzo mobile sta fermo sul ciglio della strada. Il sottoscritto è dentro, al posto di guida, nel bollente pomeriggio della provincia napoletana.
Dall’altro lato della strada, senza traffico tra l’altro, c’è un po’ di spazio aperto, quello che prima doveva essere un campo coltivato, poi svenduto per quattro soldi dal contadino, durante gli anni della morte dell’agricoltura da queste parti.  Ora quella terra è una discarica.
Chissà, forse quel contadino è andato a lavorare in fabbrica.
Ai lati del campo, piccoli palazzi.
Sul marcipiede c’è ferma una vespa. Seduto sulla vespa, all’ombra (ci saranno circa 30 gradi) c’è un ragazzo, molto giovane, che legge un giornaletto di Dylan Dog.
Ad un certo punto, il ragazzetto si stanca, guarda verso di me, poi guarda in alto, sbuffa, uno sbuffo che è quasi un sospiro, poi scende dalla vespa e viene direttamente da me.
Parla con molta calma, come se fosse un lavoro che si scoccia di fare. Come quegli impiegati comunali agli sportelli di provincia, avete presente?
Lui: "Sientm a me. E’ o vero ca nu tien a facc e sbirr…".1
Io: "Già".
Lui: "Ja’ accattà o fumm?"2
Io: "No."
Lui: "Sientm a me. E’ o vero ca nu tien a facc e un e nuje…"3
Io: "E…?"
Lui: "E allora, si mo nun t’n vaje a cca, tu e sta cazza e machinetta, je te spar appriess mentr t’secut. E’ capì, o frat tuojo?"4
Io: "Ma scusa, la strada non è pubblica?"
Lui: "A’ via è a nost. O’ vir o ffierr?"5
Io: "Ah ok. Capito. Ciao!"
Lui: "Ciao cumpa’, accort all’incrocio, ca stann e strunz ca passn co’ rruss!" 6
 
Che ci volete fare, sono gli "intoppi" delle giornate estive di noi monnezzari :)))
 
Note
1: Trad. it.: "Ascolta, è vero che non hai la faccia del poliziotto…"
2: Trad. it.: "Devi comprare l’hasis?"
3: Trad. it.: "Ascolta, non hai neanche la faccia di uno di noi…"
4: Trad. it.: "E allora, se non te ne vai subito, tu e questa macchina fotografica del cazzo, ti riempio di piombo mentre ti inseguo, hai capito? Te lo dico come un fratello".
5: Trad. it.: "No no, la strada è nostra! Ma accidenti, la vedi la pistola, o no?"
6: Trad. it.: "Ciao amico, e attento al prossimo incrocio, ci sono degli stronzi che passano col rosso!"

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Vivere e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a .: Ve be’ me la sono cercata :.

  1. storie ha detto:

    … sicuro che ha detto che “non” hai la faccia da sbirro???!!! :))))

    che miciastro!

  2. storie ha detto:

    … sicuro che ha detto che “non” hai la faccia da sbirro???!!! :))))

    che miciastro!

  3. tiptop ha detto:

    potevi chiedergli se ti prestava Dylan Dog…

  4. tiptop ha detto:

    potevi chiedergli se ti prestava Dylan Dog…

  5. fraba ha detto:

    “nun tien a’ facc e un e nuie”…

    quasi a rivendicare una sorta di sensno di appartenenza ad una tribù, ad una società, ad un club, ad un “Sistema” nel quale solo pochi eletti hanno accesso e privilegi conseguenti.

    La deviazione mentale non sta nel “ferro” che spunta dalla cintura dei pantaloni.
    La violenza vera, quella ideologica, quella che forse è più difficile da sconfiggere, e nella cultura di appartenenza ad un “sistema” che per noi è sinonimo di violenza, criminalità e degrado.
    MA per lui, è un riconoscimento sociale.

  6. utente anonimo ha detto:

    oddio, la traduzione
    X°°°DDDDD

  7. utente anonimo ha detto:

    oddio, la traduzione
    X°°°DDDDD

  8. laltrametadelcielo ha detto:

    un girono lo scrivero nel blog napoletano quello che mi capito una notte ( erano le tre del mattino) per chiedere un’informazione a degli umini della nettezza urbana
    ( tanto per tornare alla monnezza) per poco venivamo sparati dalla pattuglia che poi scoprimmo scortava il camion della nettezza urbana e credo i suoi uomini

    buonadomenica ale’ e statt asccort o russ ca se ti fermi rischi di essere inculato come minimo

  9. alex321 ha detto:

    Ehehehe.. 🙂 Siete meravigliosi.
    Cmq, lasciatemelo dire: si vede che Fraba è napoletano anche lui! Ha descritto in poche parole, ma molto efficaci, tutta l’ideologia che c’è dietro l’episodio! Complimenti Fraba, io sarei stato molto più prolisso, non sarei riuscito ad essere efficace nella concisione!

  10. atyka ha detto:

    Sembra quasi impossibile imparare il napoulitano… Cmq un ciao ed un abbraccio, Alex.

  11. umader ha detto:

    Direi che tutto sommato ti è andata bene, Alex…;-)
    Un saluto

  12. umader ha detto:

    Direi che tutto sommato ti è andata bene, Alex…;-)
    Un saluto

  13. ilpizzo ha detto:

    Che dire, un fine settimana tranquillo. MI sa che ti conviene stare un poco piu’ attento prima di iniziare a far foto…

    Buona giornata

  14. evdea ha detto:

    Però e’ stato cortese ad avvertirti di quei deliquenti che passano col rosso.

  15. evdea ha detto:

    Però e’ stato cortese ad avvertirti di quei deliquenti che passano col rosso.

  16. cercacoccole ha detto:

    Ciao! Adesso ho visto come hai trascorso la domenica…:-)
    E per fortuna che ti ha anche avvertito prima…..
    Buona settimana, ciao

  17. ofelia71 ha detto:

    davvero, l’avvertimento su quelli che passano con il rosso te lo poteva fare solo un napoletano che appena appena due secondi prima ti “aveva fatto vedere il ferro”.
    grazie per la traduzione… senza, nn avrei capito nulla !

  18. alex321 ha detto:

    Beh su.. lui non aveva nessun rancore nei miei confronti, stava solo facendo il suo ruolo 🙂

  19. ottobreRosso ha detto:

    Alex scusa lo dico con tutto il rispetto di uomo del sud che è emigrato a Milano…. capisci perchè il meridione non potrà mai redimersi?
    Capisci perchè non fanno scandalo a nessuno le ingiustizie di quel territorio?
    Ma credo di non voler perdere la speranza e spero di poter far comprendere a certa gente che un mondo diverso sia possibile.
    un saluto

  20. ottobreRosso ha detto:

    Alex scusa lo dico con tutto il rispetto di uomo del sud che è emigrato a Milano…. capisci perchè il meridione non potrà mai redimersi?
    Capisci perchè non fanno scandalo a nessuno le ingiustizie di quel territorio?
    Ma credo di non voler perdere la speranza e spero di poter far comprendere a certa gente che un mondo diverso sia possibile.
    un saluto

  21. alex321 ha detto:

    Certo, lo capisco benissimo… Io in Campania ci sono nato… Ma l’hai detto tu stesso: mai perdere la speranza. Però la speranza da sola non basta, bisogna anche rimboccarsi le maniche.

  22. nonsologeomangio ha detto:

    quindi sei passato col rosso tu. Giusto?

    Ehhhhhhh :/

  23. Galdo ha detto:

    Ma il fumo era buono almeno??

  24. Galdo ha detto:

    Ma il fumo era buono almeno??

  25. varcaLaSoglia ha detto:

    Quel che si dice “presidiare il territorio”, eh??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...