.: Sorprese e cose serie :.

Prima sorpresa
 
E su questa non dico neanche una parola…
Bunkr
AGI.it
 
Seconda sorpresa
 
Ma… non doveva essere, in tutta Italia, la rivincita della CdL?
Uff ieri sera ho perso un’ora a girare per tutta l’Italia (purtroppo Sicilia esclusa), e questa rivincita non l’ho trovata…. :/
Sarò stato disattento io?
Ne parla anche Il Golem
 
Cose serie
 
L’Italia brucia in silenzio – questo è l’allarme lanciato da VAS Dai dati parziali forniti dal Corpo Forestale dello Stato, nei primi tre mesi del 2006 gli ettari di bosco andati in fumo sono stati oltre 670 e oltre 650 gli ettari di superficie non boscata per un totale di oltre 1320 ettari, 311 il numero degli incendi. A questi vanno aggiunti i dati di Sardegna, Puglia, Toscana, Emilia Romagna, Friuli e Trentino, non ancora pervenuti.
 
“PREVENIRE E’ MEGLIO CHE SPEGNERE”, è con questo slogan che prende il via XVI edizione della Campagna nazionale “Preveniamo gli incendi 2006”. L’iniziativa promossa dall’Associazione ambientalista VAS con i patrocini del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, del Ministero dell’Ambiente a cui si sono aggiunte Regioni e Province e con la collaborazione, sempre più proficua e consolidata in questi anni, del Corpo Forestale dello Stato.
La campagna 2006 prende il via con l’attivazione del numero verde 800.866158, attivo 24 ore su 24 con segreteria telefonica, a cui i cittadini potranno rivolgersi e segnalare aree degradate, la presenza di discariche abusive, terreni incolti, cigli stradali, scali ferroviari non ripuliti, e altre situazioni ad altissimo rischio incendi, dando la possibilità a VAS di segnalarle alle autorità amministrative competenti per un adeguato intervento di prevenzione.
Mentre per quanto concerne l’avvistamento di un incendio o di un principio di incendio bisogna contattare immediatamente i numeri gratuiti 1515 del Corpo Forestale dello Stato oppure il 115 dei Vigili del Fuoco.
"Gli obiettivi che portiamo avanti da oltre quindici anni con questa campagna", afferma VAS, "è la prevenzione degli incendi boschivi, facendo crescere l’attenzione, la sensibilità e l’impegno di tutti a salvaguardare il patrimonio boschivo italiano quale immensa fonte di vita e di Biodiversità".
La prevenzione è l’arma più efficace conto una nuova estate di fuoco.
Nonostante l’entrata in vigore della legge quadro 353/2000 e l’avvio, quindi, dell’applicare dei piani di prevenzione e di monitoraggio da parte delle regioni e delle province nel 2005 in Italia si sono avuti quasi 8 mila incendi boschivi, con una superficie percorsa dal fuoco pari a 47.575 mila ettari, di cui 21.469 boscati e 26.105 non boscati. In media circa 6 ettari di superficie bruciata per incendio. Le regioni più colpite sono state la Sicilia con 3815 ettari di bosco andati in fumo, seguiti a ruota dalla Liguria con oltre 3379 ettari e dalla Sardegna con 3176 ettari. Il primato negativo del numero di incendi spetta invece alla Sardegna con oltre 3000 incendi ed un totale di ettari di superficie percorsa dal fuoco pari a 13416. Un anno nero il 2005 con un immenso patrimonio andato letteralmente in fumo.
I danni provocati dalla devastazione del fuoco non sono solo tronchi carbonizzati, cespugli ed erbe incenerite, ma la scomparsa di un patrimonio faunistico cancellato in un sol colpo ed un intero ecosistema spazzato via, la cui rigenerazione è lenta e difficile. Se i danni economici prodotti dagli incendi boschivi sono ingenti, quelli ecologici risultano incalcolabili: non ultimo il fatto che le foreste, trattenendo il terreno con le proprie radici, attenuano la forza delle piogge; dove mancano gli alberi l’erosione delle acque e del vento aumenta notevolmente.
Quindi, per l’attività preventiva, ricordare sempre il numero verde (è verde! Non si paga! Non costa nulla!) 800.866158.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Vivere e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a .: Sorprese e cose serie :.

  1. nonsologeomangio ha detto:

    1) “…”
    2) bella “riperdita”! (io comunque riconterei a Milano). Sbaglio o i grandi assenti di questa turnata elettorale sono stati gli exit-poll? o me li sono persa solo io?

    non ho letto la legge, approvo la prevenzione, ma si dovrebbe essere soprattutto molto severi con le pene. Non parlo di detenzione ma di “taglio delle gambe” alle aziende coinvolte. Si dice che gli incendi dolosi siano, per la maggior parte, appiccati proprio da quelle ditte (in mano alla delinquenza, ovviamente) che poi si incaricano del rimboschimento… E’ una leggenda?

    E i boschi non hanno ancora imparato a ricrescere in fretta, come certe coscienze.

  2. Sutilcareh ha detto:

    Si si si, a quanto pare la spallata berlusconiana non ha urtato proprio nessuno. Dopo le notizie siciliane questo mi ha risollevato il morale!

  3. lorypersempre ha detto:

    Sul business degli incendi boschivi e sulle ragioni che ci stanno dietro potrei provare a dire tante cose ma, si sa, in certi casi il silenzio e’ d’oro. Come tu ben sai, mai fare illazioni se non si hanno le prove.
    Mi limitero’ a citare al volo un fatto: il caso del Parco dell’Aspromonte, dove le squadre di vigilanza venivano pagate solo se gli incendi non c’erano… superficie bruciata ridotta tipo di otto volte in un anno… e Presidente del Parco rimosso dopo due… :o(
    Leela

  4. golem79 ha detto:

    ohi Alex, no, sei stato attentissimo, la rivincita semplicemente non c’è stata. e andiamo!

  5. lullaby1972 ha detto:

    e tanti incendi causati proprio da chi dovrebbe proteggere i boschi … Perché altrimenti i contratti non vengono rinnovati ….
    Un bacio!

  6. storie ha detto:

    la mia curiosità non sarà soddisfatta fino a quando non leggerò la sentenza della condanna per diffamazione via blog. Solo lì c’è scritto la motivazione… devo assolutamente leggerla.

    kcsa

  7. utente anonimo ha detto:

    A prescindere dalla motivazione della condanna per diffamazione, resta il fatto, incontestabile a mio parere, che se pur l’anonimato dà garanzie che consentono una maggiore libertà, è pur vero che tra tali garanzie non dovrebbero essere annoverate la calunnia, la diffamazione et similia.

    Viva la libertà di espressione ed informazione, purché veritiera e non lesiva della dignità delle persone!

    Fabio

  8. ofelia71 ha detto:

    questo è resta un mistero. questo black out di un mese e poi improvvisamente SENZA AVER TOCCATO tasto rifunziona tutto… tanto con la tecnologia ci ho litigato da piccina… comunque quello che conta è che sono tornata dall’esilio. oooooohhhh finalmente a casa con facce amiche
    :-*

  9. ofelia71 ha detto:

    ho provato a lasciare un commento ma… mi dà errore… mo’ riprovo

  10. alex321 ha detto:

    @storie: no dai… non fare spam… 😀

  11. piccerella ha detto:

    mi hai fatto sorridere con tutte le fonti di stress :))-pensa che sono in preda ad un’allergia da una decina di giorni e il dottore dopo aver contato i miei starnuti e aver assodato che gli occhi lacrimano troppo mi ha detto che dipende dallo stress o dall’ansia..hai anche tu l’allergia da stress? ;))-deduco..che quando sei a Napoli aggiorni il blog…se c’eri sabato scorso…ci sarai anche sabato prox?così per sapere…magari ti incrocio ;)p

    asietta

  12. ilpizzo ha detto:

    Brutta storia quella della denuncia; in compenso negli stati uniti una sentenza ha riconosciuto a un blog (ma di fatto a tutti, visto che una sentenza crea il precedente che tutti potranno invocare) piu’ o meno gli stessi diritti di una testata giornalistica, compreso il diritto a riportare notizie senza dover svelare le fonti da cui se le e’ procurate. (si trova ancora oggi sulla home di repubblica).

  13. zakynthos ha detto:

    letto tutto.
    ed ora, come un cane bastonato, torno ad occuparmi della finta-informazione.
    prima però mi segno il nummmero 🙂
    buona giornata, buon caffè, buona sigaretta etc etc
    cià
    zak

  14. laltrametadelcielo ha detto:

    alex e per chi ha la testa a vuoto a perdere come me e non si ricorda il numero verde puo fare il 113 e segnalare a loro la posizione poi penseranno loro che hanno la testa 🙂 di girare la chiamata
    e mo mi vado a fare un’ennesimo caffe’ 🙂

  15. laltrametadelcielo ha detto:

    em ale’ ma se mi scordo pure il 115 il 113 mi sbattera’ il telefono in faccia??:-(

  16. ilfastidio ha detto:

    avevo letto ieri la notizia della condanna, ma ero troppo incazzato per il risultato del voto per scrivere qualcosa in merito! Cominciamo a dare fastidio per davvero ecco qual’è il fatto! Vabbè se c’ho problemi con Cuffaro, visto che ha deciso di querelare tutti, ti faccio sapere ^__^

  17. ruzzino ha detto:

    per uan città piena di Letizia, olèèèè…fanculo.

    ge da Milano

  18. Stufa ha detto:

    Super-ot:
    hai l’occhio languido,
    lo sai?

    Incendi distruttivi al rogo.
    Prestare attenzione è il minimo.
    Perchè non parlare della responsabilità di un nick?
    Libertà di parola,
    certo,
    ma fino a che punto?
    Come sai,
    la mia libertà finisce
    dove comincia la tua,
    e viceversa.

    Un’altra sigaretta, e via a leggere blog. 😉

  19. LDP ha detto:

    1- sempre piu preoccupante..

    2-ma il cdx non ha vinto?

    negative

  20. annadellaporta ha detto:

    Numeri numeri numeri….
    non credo a qunti ettari di bosco son stati bruciati, non credo al numero di incendi registrati, questi numeri servono per i fondi ma
    MA
    se becco uno che cerca di rovinare la MIA terra gli faccio chiamare il118……
    Giorno!

  21. StellaCeleste ha detto:

    Ti auguro una bellissima giornata.
    Con simpatia
    Stellina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...