.: Da Napoli a Salerno, in 30 anni :.

Cronaca Esterna/Interna
 
Certe volte sembra davvero che il tempo si fermi, o che addirittura torni indietro.
Già altre volte mi è successo di dover tornare a tirare in ballo quanto scrissi più di un anno fa sull’esplosione della Flaubert’s di Sant’Anastasia (NA), avvenuta 31 anni fa. Nonostante questo, ancora una volta, la cronaca mi porta a ricordare quel giorno ed a notare come, anche se in circostanze leggermente diverse, non riusciamo ad imparare la lezione.
Così, 31 anni dopo la Flaubert’s, ieri alle 16.45 è toccato alla Viviano di Mercato San Severino (Salerno). Fabbrica (e deposito) di fuochi d’artificio.
Un attimo, un botto, e poi ancora il nulla, il silenzio, la cenere, la morte. Oggi come allora. Nonostante i 30 anni di progresso nelle norme di sicurezza.
Pochi minuti e sono due i dispersi. Ritrovati ieri sera alle 20.00 fatti a pezzi, completamente dilaniati dall’esplosione. Erano proprio nel capannone 2, quello saltato, al momento dello scoppio.
Un boato spaventoso, terribile, avvertito a chilometri di distanza, vetri infranti, tanta paura tra gli abitanti, poi una serie di altre esplosioni più piccole. Uno pomeriggio di inferno, quello di ieri…
E dire che la Viviano era considerata una "fabbrica modello" nel settore dei fuochi d’artificio… proprio in materia di sicurezza.
Subito dopo il boato, nel cielo si è alzata una densa colonna di fumo, prima nera, poi bianca, visibile a distanza, dall’autostrada A30, Caserta-Salerno, e dal raccordo Avellino-Salerno. L’esplosione è stata avvertita anche all’università degli studi di Fisciano, e fino nella zona Solofrana e montorese, nei pressi di Avellino.
Il conseguente incendio è stato domato solo stamattina: a complicare le cose ci si sono messe le sostanze usate per la realizzazione dei fuochi che non hanno consentito ai vigili del fuoco, giunti da Salerno, Napoli, Caserta ed Avellino, di utilizzare l’acqua.
E ancora morti. Ancora dei morti sul lavoro… morti in un attimo
Tanta tanta amarezza stamattina. E’ uno spettacolo già visto. Uno spettacolo che non vorremmo più vedere.
 
E chi và ‘a faticà
pur’ ‘a morte addà affruntà
murimm’ ‘a uno ‘a uno
p’e colpa ‘e ‘sti padrune.

(E’Zezi, "A’ Flaubert", 1975)
 
Per approfondire:
Il Tempo
Ansa
News Google
 
Cronaca dall’Esterno
 
La prima volta di blogger e giornalisti insieme
La Federazione Nazionale della Stampa organizza, per la prima volta, un incontro al massimo livello tra blogger e giornalisti.
Fonte: Zeus News.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Vivere e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a .: Da Napoli a Salerno, in 30 anni :.

  1. sibillacumina ha detto:

    finito di leggere il tuo post,d’istinto penso: “prima o poi si deve morire tutti!” ecco nuove perdite nel continuo ed instancabile giro di vita e morte.
    passano due secondi e la frase virgolettata mi inchioda.l’amarezza ha preso il posto dell’apparente cinismo.
    che in trent’anni non sia cambiato nulla mi fa rabbrividire.pensavo…ma in posti dove si fabbricano fuochi d’artificio non dovrebbe venir spontaneo perfezionare al massimo i sistemi di sicurezza???

    S.

  2. sibillacumina ha detto:

    finito di leggere il tuo post,d’istinto penso: “prima o poi si deve morire tutti!” ecco nuove perdite nel continuo ed instancabile giro di vita e morte.
    passano due secondi e la frase virgolettata mi inchioda.l’amarezza ha preso il posto dell’apparente cinismo.
    che in trent’anni non sia cambiato nulla mi fa rabbrividire.pensavo…ma in posti dove si fabbricano fuochi d’artificio non dovrebbe venir spontaneo perfezionare al massimo i sistemi di sicurezza???

    S.

  3. marzia ha detto:

    Sapevo della disgrazia di Mercato S.Severino, ma non del resto.
    Alex, ieri mi ha chiamato una mia ex corsista perchè voleva numeri di giornalisti e di giornali per dare notizia di un evento che si sarebbe ( qua il condizionale è d’obbligo) verificato oggi in una fabbrica del salernitano.
    L’ho indirizzata per quanto ho potuto, cinsigliandola.
    Ora vedo se il portale della mia zona riporta qualcosa.
    Un bacione

  4. marzia ha detto:

    Sapevo della disgrazia di Mercato S.Severino, ma non del resto.
    Alex, ieri mi ha chiamato una mia ex corsista perchè voleva numeri di giornalisti e di giornali per dare notizia di un evento che si sarebbe ( qua il condizionale è d’obbligo) verificato oggi in una fabbrica del salernitano.
    L’ho indirizzata per quanto ho potuto, cinsigliandola.
    Ora vedo se il portale della mia zona riporta qualcosa.
    Un bacione

  5. marzia ha detto:

    Grazie della notizia in chiusura, intendo dell’incontro ra giornalisti e blogger.
    🙂

  6. marzia ha detto:

    Grazie della notizia in chiusura, intendo dell’incontro ra giornalisti e blogger.
    🙂

  7. storie ha detto:

    Ho appena visto le immagini dell’incidente… no comment.

    Interessante l’incontro a tema “blog”: forse invece che discutere del mondo blog dovrebbero fare un pochino di autocritica, sopratttutto sulle prime 10-15 pagine dei “loro” giornali che pretendono ancora di “fare informazione”.

    kcst

  8. storie ha detto:

    Ho appena visto le immagini dell’incidente… no comment.

    Interessante l’incontro a tema “blog”: forse invece che discutere del mondo blog dovrebbero fare un pochino di autocritica, sopratttutto sulle prime 10-15 pagine dei “loro” giornali che pretendono ancora di “fare informazione”.

    kcst

  9. avvocangeldemon ha detto:

    Avvocangelo Fab

    Purtroppo gli imprenditori … specialmente i piccoli e i medi vedono nella sicurezza solo una fonte di spese e una riduzione dei profitti …. bisognerebbe cambiare la testa della gente

  10. avvocangeldemon ha detto:

    Avvocangelo Fab

    Purtroppo gli imprenditori … specialmente i piccoli e i medi vedono nella sicurezza solo una fonte di spese e una riduzione dei profitti …. bisognerebbe cambiare la testa della gente

  11. mata63 ha detto:

    Queste notizie lasciano sempre l’amaro in bocca.

  12. india03 ha detto:

    tantissima amarezza…..

  13. dilaniagrini ha detto:

    Per quanto si possano rispettare le norme di siucrezza ci sono dei lavoro a rischio… dove si cerca al massimo di prevenire e chi vinede dal sud, sa quante fabbirche di fuochi -quelli che tanto piacciono alla gente e che ci devono essere in ognifesta d paese che si rispetto – facciano il botto… dispiace sempre per chi faceva solo il proprio lavoro

  14. dilaniagrini ha detto:

    Per quanto si possano rispettare le norme di siucrezza ci sono dei lavoro a rischio… dove si cerca al massimo di prevenire e chi vinede dal sud, sa quante fabbirche di fuochi -quelli che tanto piacciono alla gente e che ci devono essere in ognifesta d paese che si rispetto – facciano il botto… dispiace sempre per chi faceva solo il proprio lavoro

  15. ventodipolente ha detto:

    figurati personalmente lavoro in un azienda che tira come una dannata nonostante la crisi, e stanno stringendo la cinghia in tutti i settori figurati se non lo fanno delle aziende come quelle di fuochi d’artificio, poi non sapremo mai i veri motivi di questo disastro, di sicuro penso ai feriti che ogni anno questa industria produce e chissà quali meraviglie nel sottobosco la delinquenza organizzata riesce a cammuffare con queste attività, penso che invece di cercare fortuna in questi settori se pensassimo al turismo e alla protezione del territorio italiano molta morte e sofferenza e quant’altro potrebbe essere evitata creando esponenzialmente posti di lavoro…meno pericolosi

  16. Loreanne ha detto:

    Struggenti i versi che accompagnano l’ennesima ingiusta tragedia del lavoro…

    Giornalisti e blogger insieme è di buon auspicio: dà l’idea di un riconoscimento sempre più radicato dellafunzione informativa sviluppata da una buona rappresentanza della blog sfera!

    Una notizia orribile, la prima..e una che fa sorridere, la seconda…..

  17. ruzzino ha detto:

    beh, pare che fosse una fabbrichetta a norma. quasi settentrionale.

    immagino lo scoppiettìo, che poi a salerno nessuno si sarà accorto di nulla visto che botti e boati sono all’ordine del giorno.
    ge

  18. dilaniagrini ha detto:

    si batte la fiacca??? non ci lascerai senza il post del fine settimana?

  19. dilaniagrini ha detto:

    si batte la fiacca??? non ci lascerai senza il post del fine settimana?

  20. lorypersempre ha detto:

    … altro che fuochi d’artificio! Quanti morti fanno ogni anno le sigarette, senza che si riesca a sradicare questo vizio dannoso,costoso, sgradevole, inutile?
    Mio padre sta probabilmente morendo grazie a loro e per colpa sua, visto che incoscientemente ne ha fumato per anni a carrettate…
    L

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...