.: Precari e inceneritori :.

Aggiornamento ore 18.10
La registrazione è andata bene. Non era una trasmissione in diretta. Stanno facendo la post-produzione ed il montaggio. Ovvio che non appena è tutto finito, rendo disponibile il link alla registrazione 😉
 
Aggiornamento ore 12.40
Dietro pressanti richieste nei commenti:
la radio in questione è Amisnet, ascoltabile in podcast. Amisnet produce programmi per l’elenco di radio (in tutta Italia) che sta qua.
In particolare, la trasmissione di oggi è per Radio Laser.
 
Cronaca dall’Esterno
 
Contarsi
Contarci per scoprire che non siamo i soli e non siamo soli.
Un’anagrafe non ufficiale che riporti anni o mesi di precariato, professione e titolo di studio. Lascia la tua testimonianza nell’apposita rubrica. Ci hanno contato e raccontato a modo loro. Hanno dato i loro numeri. Adesso i numeri li diamo noi.
Fonte: Anagrafe Precari.
 
Citizen Journalism
Percorso formativo sul giornalismo di base per la cittadinanza attiva e multiculturale.
Fonte: Stazione di confine.
 
Cronaca dall’Italia-pattumiera
 
Puglia: inceneritore di rifiuti speciali ospedalieri
 
Apprendo, da Italia Nostra, Legambiente, WWF, che "qualcuno" sta operando forti pressioni per fare in modo che aziende di smaltimento di rifiuti speciali ospedalieri in Puglia divengano beneficiarie di finanziamenti pubblici destinati a investimenti capaci di creare nuove occasioni di lavoro nel campo della chimica.
Secondo le tre organizzazioni ambientaliste che ho citato (io per ora non mi pronuncio, devo ancora studiare di che tipo di inceneritore si tratta, e se non studio, come sapete, non parlo), si tratta di un progetto di estrema gravità per le nefaste conseguenze che potrebbe avere sia sul piano dell’impatto ambientale e sia sul versante delle politiche rivolte a promuovere un diverso assetto dell’economia locale alternativo a quello che ha provocato il degrado del territorio e la cronica e pesante situazione occupazionale.
Il 20 gennaio 2006 la Regione Puglia, l’Amministrazione provinciale di Brindisi ed il Comune di Brindisi hanno firmato un protocollo d’intesa istituzionale per la realizzazione di un programma strategico per la ricollocazione dei lavoratori Powerco e Dow Chemical che prevede, per i lavoratori Powerco, la ricollocazione in progetti di raccolta differenziata dell’umido nel territorio della nostra provincia e, per i lavoratori già dipendenti dalla Dow Chemical, il reimpiego presso alcune aziende che operano nel territorio.
Si fa finta d’ignorare tale serio e concreto protocollo d’intesa?
Se c’è la via citato accordo istituzionale, perché aprirne un’altra, quella dell’inceneritore di rifiuti ospedalieri speciali, che in ogni caso esporrebbe la Puglia ad un ennesimo e gravissimo rischio, e cioè di diventare il ricettacolo di rifiuti ospedalieri inquinanti e dannosi provenienti da tutta Italia.
 
Cronaca dall’Interno
 
Oggi è un po’ al volo, poichè sono riuscito ad evitare il lavavetri…
Nel pomeriggio sarò presso gli studi di una radio, qui a Roma, per fare un intervento su.. va be’ lo sapete già di che parlerò 🙂
Su questo argomento, naturalmente, seguiranno aggiornamenti.
Ora però me lo concedo un caffè… su su.. mi aiuta a tenere in forma la voce per oggi pomeriggio 🙂

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Vivere e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a .: Precari e inceneritori :.

  1. umader ha detto:

    In bocca al lupo per la trasmissione radio di oggi!
    Un saluto

  2. minpepp ha detto:

    Ottima l’iniziativa dell’Anagrafe Precari! Sto divulgando il link… in effetti sarebbe ora di dimostrare a chi tanto blatera spiattellando numeri e percentuali, che i SUOI numeri non sono buoni nemmeno per fare un terno la lotto!!!

  3. carmen_asteria ha detto:

    ho appena votato al referendum dei precari…speriamo porti bene!

  4. lucanellarete ha detto:

    che radio è? radio globo? :PpP
    a parte gli scherzi fammi sapere, magari riesco a sentirti
    ciao buona giornata
    luca

  5. alex321 ha detto:

    Questa cosa dei precari, a mio modesto avviso, è importantissima!

  6. ofelia71 ha detto:

    anche se da due anni nn lo sono più, posso testimoniare lo stesso i miei anni di contratti “ballerini ” ????
    in bocca al lupo per oggi pomeriggio, ale, stendili tutti !!!!!!!!!!!!!!!!
    ps: ma tu sinceramente, detto tra te e me, sottovoce per nn portare troppo male… come credi che andrà il 9 aprile ?

  7. utente anonimo ha detto:

    mi associo alla richiesta di Luca.. quale radio???
    ciao Alex!!

    sANTAkLAUS

  8. fdf ha detto:

    radio?
    che radio?????
    e’ anche sul web?
    (bravo, e a noi che ti vogliamo tanto bene nascondi tali informazioni…)

    vedi di farti registrare e di farti dare l’MP3 😉

    fdf

  9. lucanellarete ha detto:

    non la conosco, ma non è quell’azienda che produce i radiogiornali?
    quindi posso sentirti anche su radiorock quando passa il gr, giusto?
    ciao
    luca

  10. ofelia71 ha detto:

    … è quello che penso anch’io. purtroppo. in questto caso “mi dispiace” trovare un’altra persona che la pensa come me, perchè vuol dire che un minimo di fondamento per queste perplessità ESISTE !!!

  11. Stufa ha detto:

    Precariato dici?
    Hai messo il coltello nella piaga.
    Tre anni di lavoro così: non un euro di tredicesima, niente ferie pagate o malattie, etc etc.
    Ho già lasciato la mia testimonianza sul blog di Beppe Grillo, al post -Schiavi- e adesso anche all’anagrafe precari.
    Grazie.
    Sono stufa.
    Amen.

  12. Pralina ha detto:

    Ciao Alex, in bocca al lupo per oggi…

    🙂

  13. alex321 ha detto:

    Vado la faccio e torno 🙂
    Seguiranno aggiornamenti 😀

  14. ThePacky ha detto:

    In bocca al lupo ALx… 🙂

  15. nudamente ha detto:

    ale i non so precaria ma domani metto il link nel blog napoletano e nel mio per la radio bhe si poteva provare a registrare la trasmissione emetterla nel blog

    mo un caffe’ serve pure a me:-))

    baciottoni

  16. Giotto40 ha detto:

    che radio è? ti voglio ascoltare!

  17. flog ha detto:

    In bocca al lupo, sei grande!

  18. spighetta ha detto:

    Un caro saluto Alex.
    In bocca al lupo per tutto.

    Linda

  19. Loreanne ha detto:

    Amisnet, con la sua sezione audio, è uno dei nostri punti di informazione imperdibili!!!
    Alex, ti lanciamo una segnalazione, sempre per quanto riguarda le tematiche ambientali.
    Ecco un copia incolla dal blog di collaboratore, (http://unquotidianoserio.splinder.com)che conclude un post, nel quale cita il tuo articolo “così muore la mia terra”, denunciando un’altra storia di ordinario degrado:
    “Alla periferia di Frosinone, vicino al punto dove l’autostrada incontra la strada statale Monti Lepini, sorge una grande fabbrica di prodotti chimici. Nei dintorni di quella fabbrica ci sono case, animali, ci vivono persone…e c’è un tasso elevatissimo di leucemie, tumori e altre malattie rarissime. Il caso è stato -ovviamente-più volte segnalato, sono stati fatti diversi studi, ma nessuno ha potuto (o voluto) farci niente…”

  20. ruzzino ha detto:

    letto tutto, che bravo che sono. fa un po’ televideo, ma è meglio 🙂

    scherzo su, ti seguo…
    ge

  21. aspasja ha detto:

    ciao alex..
    ti scrivo dalla mia bella terra
    piena di sole..
    ottime le aggiunte ‘personali’
    al testo!
    in bocca al lupo per tutto
    un abbraccio
    m.g.

  22. vintervila ha detto:

    ciao alex! buona giornata! 🙂
    ieri ho uffato e anche oggi uffo un po’, ma insomma, va così. Forse dovrei “concedermi” un caffé anch’io! 😉
    baci

  23. CompagnaSpa ha detto:

    Leggo in ritardo questo post! Ma comunque sono sicura che la trasmissione sarà andata benissimo! 😉
    Aspetto le novità!

  24. santamargherita ha detto:

    In bocca al lupo per l’intervento. Mi raccomando cerca di coinvolgere tutti il piu’ possibile. Baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...