Cronache varie

Cronaca esterna: EuroLAN Party Arcadia
"File sharing, cracking codes, netstriking, guerrilla communication, network gaming": sono queste le parole chiave di un particolarissimo appuntamento organizzato per domani, 28 aprile, dentro la rete, sul web, e fuori dalla rete, in un LAN party nell’Arena del CopyriotCafé di Padova in via Marzolo.
Fonte: Punto Informatico.
 
Cronaca interna
Ore 8.15. Sono già a lavorare (eh, che vita grama…). Puntuale come ogni mattina arriva R.
R.: "Ao’! A’ Bambolo, che cazzo fai?"
(eh sì… come vedete sono oramai passati i tempi in cui diceva A’ dotto’ buongiorno, come state?
Io: "Ciao R.! Prendiamo un caffè?"
R.: "Sì, e fumamo pure. Ma tu che cazzo fai?"
Io: "Ehm.. in che senso??"
R.: "E tajate quella barba, tajate i capelli, cambia look!"
Io: "Perchè????"
R.: "Ao’! E’ primavera!! Cambia look, che stai ancora formato invernale!"
Io: "E con questo?"
R.: "Ao’! Sembri un orsacchiotto!!!"

Commemorazioni
Era il 26 aprile 1986, 19 anni fa, il malaugurato giorno in cui esplose il reattore numero 4 della centrale termonucleare di Chernobyl.
Disastro con il quale ancora per secoli occorrerà fare i conti, come per tutti i disastri nucleari, compresi quelli che non ci vengono detti.
Oggi, e per i prossimi 50 anni almeno, si può stare certi che sì e no il 15 per cento dei bambini che nasceranno sarà sano. Altri non lo saranno e non potranno esserlo mai.
La nube tossica ha irradiato una grossa fetta di Ucraina e addirittura il 70% del territorio della Repubblica Bielorussa (Russia Bianca) creando il più grande disastro ecologico del nostro secolo.
La Regione di Gomel subisce le maggiori conseguenze: essa vanta il triste primato di tumori infantili, di patologie quali la leucemia, il diabete, l’insufficienza cardiovascolare, l’ipotiroidismo, l’asma bronchiale, l’immunodeficienza, ecc.. nonchè il maggior numero di nascite con malformazioni gravi come mancanza di arti.
Oggi, a 19 anni di distanza, si comincia appena a vedere quanto possa essere grave l’impatto di un incidente nucleare. Circa 9 milioni di persone sono state colpite, centinaia di migliaia gli evacuati che non torneranno più nelle loro case, migliaia stanno tuttora vivendo in aree fortemente contaminate.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Vivere e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Cronache varie

  1. dudu2004 ha detto:

    Ma come fa un campano a sopportare l’accento romano?

  2. MadameBovary79 ha detto:

    Ha ragione l’amico Rocco!:)

  3. kymma ha detto:

    così a lavoro ti chimano bambolo? Tu vai meglio, a casa mi chimano Fuffy, non so se hai visto la pubblicità di Sky dove il bambino si addormenta con un cucciolo di elefante….ebbene quello è Fuffy! Grazie fratellino!

  4. kymma ha detto:

    noooooooo! ti prego non chiamarmi così!!!! a proposito della mia cara famiglia, ho pubblicato adesso un post. ciao

  5. MadameBovary79 ha detto:

    Vorresti forse dire che legge il tuo blog?!:P

  6. mailedi ha detto:

    ORSETTO?? O_O che me dai ‘na foto?

  7. simichan ha detto:

    sapevi già del link e non me l’avevi detto? ;(

  8. sibillacumina ha detto:

    passo per un saluto di fine giornata…
    che stanchezza alex…
    buona serata! 🙂
    S.

  9. poetaimpazzita ha detto:

    Bu!!!!
    sono contenta delle belle notizie…
    un bac8!!!!!

    poetassurda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...