.: High Load :.

Driiin Driiin Driiiiiiiiiiin.. Il telefono squilla con insistenza. Mi
tocca rispondere, visto che è il telefono con numero 06 415XXXXX, che si
trova direttamente sulla mia scrivania.
Continuando a lavorare con la mano sinistra, sollevo la cornetta con la
destra.
Io: "Che vuoi?"
Dall’altra parte del filo c’è il Capo.
Capo: "Ale… c’è l’mrbs da tirare su entro stamattina. Te ne ricordi?"
Io: "Oh merda… Ehi Capo, stavo lavorando a syssrv…"
Capo: "Si, hai ragione, ma mrbs è urgente…"
Io: "Capisco… e syssrv?"
Capo: "Oh dai, ci pensiamo dopo. Molla tutto e tira su mrbs."
Io: "Procedo."
Riattacco senza attendere risposta.
Sul terminale destro della mia scrivania, mi scollego da syssrv, mi attacco
a mrbs e inizio la procedura. Oltretutto il lavoro da fare su quest’ultimo
è anche più interessante (e divertente) rispetto a syssrv…
Nel frattempo, sul terminale sinistro, continuo con la mano sinistra a
leggere e rispondere alla posta, aggiornare il blog, ecc. ecc.
Passano 10 minuti.
Driiin Driiin Driiiiiiiiiiin.. Il telefono squilla con insistenza. Mi
tocca rispondere, visto che è il telefono con numero 06 415XXXXX, che si
trova direttamente sulla mia scrivania.
Continuando a lavorare con la mano sinistra, sollevo la cornetta con la
destra.
Io: "Che vuoi?"
Voce: "Salve dottore! Sono G.C. la chiamo per la questione del ClearCase".
Io: "Ah!"
Voce: "Eh!"
Io: "Uh! E che vogliamo fare?"
Intanto continuo a lavorare a mrbs sul terminale destro.
Voce: "Eh no.. sono io che dico che vogliamo fare…"
Io: "Eh si ha ragione… siamo in ritardo…"
Voce: "Appunto! Dovevamo fare lo startup entro la settimana scorsa…"
Io: "Ok. Non si preoccupi. Ora faccio in modo che sia pronto entro… ieri sera.
Le faccio sapere io."
Riattacco rapidamente.
La mano destra svolazza sul terminale con mrbs, poi passa a dare aiuto alla
sinistra che, sull’altro terminale, si appresta a sistemare la questione
ClearCase. Un rapido tocco di Ctrl-Alt-F6, ssh dpxalrm01, login: root,
password: titagliolemani, zac zac sbip sbip quattro smadonnamenti per
condimento, e ClearCase parte. Nel frattempo mrbs procede.
Driiin Driiin Driiiiiiiiiiin.. Il telefono squilla con insistenza. Mi
tocca rispondere, visto che è il telefono con numero 06 415XXXXX, che si
trova direttamente sulla mia scrivania.
Continuando a lavorare con la mano sinistra, sollevo la cornetta con la
destra.
Io: "Che vuoi?"
Voce: "Che cazzo ne sapevi che sono io?"
Io: "Ma che cazzo ne so io di chi sei tu! Chi parla?"
Voce: "Beh.. hai detto che vuoi… credevo che mi avessi riconosciuto…
Io: "Ma no. Rispondo sempre così al telefono. E’ un modo gentile per dire
pronto?…"
Voce: "Ah.. non sapevo."
Io: "Si ma ora mi vuoi dire chi sei?"
Voce: "Ao’ MXXXXX!" (il soprannome con cui mi chiamano qui, e che mi vergogno
di rivelare…) "So’ D.! Vieni con me e R. a fumare una sigaretta fuori?"
Io: "Ragazzi.. vi garantisco che non è proprio il momento…"
Voce: "Ma che te frega MXXXXX! Stacca un po’"
Io: "No no. Impossibile."
Voce: "Ok. A dopo. Al prossimo giro."
Riattacco e subito…
Driiin Driiin Driiiiiiiiiiin.. Il telefono squilla con insistenza. Mi
tocca rispondere, visto che è il telefono con numero 06 415XXXXX, che si
trova direttamente sulla mia scrivania.
Continuando a lavorare con la mano sinistra, sollevo la cornetta con la
destra.
Io: "Che vuoi?"
Voce: "Ma sono sempre G.C.! ClearCase non funziona!!"
Io: "Quanto tempo fa hai provato?"
Voce: "Beh… ho provato subito dopo averle telefonato…"
Io: "Beh? Vuoi darmi il tempo di fartelo funzionare?"
Voce: "Uhm… riprovo ora e ti dico che non funziona…. e… Uh! Funziona!!!"
In realtà mentre con la mano destra procedo con mrbs, con la sinistra mi sono ricollegato
sull’altro terminale a ClearCase e gli ho dato una bottarella di avvio… mentre
sulla finestra sullo sfondo sbirciavo la mail di un’amica.
Io: "Ecco. Lo sapevo che funzionava!" (balla)
Voce: "Mi scusi… ok. Bene, procedo io con lo sviluppo…
Riattacco senza neanche salutare. Ora sistemo per bene mrbs, mentre sul terminale
sinistro rispondo alla mail.
Tre secondi di pace! Poi….
Driiin Driiin Driiiiiiiiiiin.. Il telefono squilla con insistenza. Mi
tocca rispondere, visto che è il telefono con numero 06 415XXXXX, che si
trova direttamente sulla mia scrivania.
Continuando a lavorare con la mano sinistra, sollevo la cornetta con la
destra.
Io: "Che vuoi?"
Capo: "Senti mrbs procede?"
Io: "Certo! Avevi dubbi?"
Capo: "No è che… guardando le schedulazioni mi sono accorto che avevi ragione tu
circa syssrv."
Io: "Lo sapevo. Ok ho già capito."
Capo: "Eh???"
Io: "Lascia fare a me."
Mentre lo dico, ho già iconizzato la finestra dove stavo rispondendo alla mail, e ne
ho aperta un altra dove inizio a lavorare su syssrv.
Capo: "Che stai facendo?"
Io: "Non rompere. Lascia fare a me… ti fidi?"
Capo: "Quando fai così… vuol dire che devo per forza dire sì."
Io: "Bravo. Addio."
Riaggancio.
Procedo in parallelo sui due dispositivi, quando entrano in stanza sia R. (si, sempre
il solito R.) sia D. (quello della sigaretta). I quali, senza profferir parola, mi
sollevano di peso dalla sedia e mi trascinano via in volo; da tenere presente
che entrambi sono fisicamente esattamente il doppio di me sia in altezza sia in
larghezza.
Io (sospeso a 20 cm da terra. Con R. che mi tiene sollevato da destra e D. da sinistra):
"Ma che ca… fate??"
D.: "Beh.. a’ MXXXXX l’avevo detto che venivi a fuma’ con noi, no?"
R.: "A dotto’ e’ solo perchè te volemo bene!"
Dieci minuti dopo (scarsi) sono di nuovo al mio posto, la spalla un po’ indolenzita
perchè mi hanno trasportato per via aerea per le scale fino all’uscita (il mio ufficio
è al secondo piano).
Mi riaccomodo in tempo per vedere mrbs che va a buon fine. Un’altra spintarella a
ClearCase, ed anche syssrv non può resistere. Nel frattempo riesco anche a scrivere
tre mail, postare sul blog il post di stamattina e scrivere una parte di questo.
Controgiro di telefonate per avvisare che è tutto ok. Poi via di corsa alla posta
perchè ho una raccomandata da spedire molto importante. Quanto basta per saltare il
pranzo.
Non è un problema, non è importante. Sopravvivo senza fatica.
Possono cercare di sovraccaricarmi di lavoro
quanto vogliono, possono cercare di farmi sdoppiare ed entrare nel mondo del
multitasking, possono provarci in tutti i modi con me…
…ma in ogni caso…
 
Non mi avranno mai!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in storie e storielle. Contrassegna il permalink.

7 risposte a .: High Load :.

  1. ofelia71 ha detto:

    ehm… come dire le tue mattine di lavoro sono sempre così ???? e bevi SOLO dieci caffè il giorno ????? ma allora hai il fisico… se fossi stata io al posto tuo ero già alla neuro. ma da anni ormai…
    comunque… HASTA SIEMPRE ! NO PASARAN !
    *-* bacini. always !

  2. simichan ha detto:

    Ehehehe ^+^
    Mi hai fatto troppo ridere! Sembra quasi la cronaca della mia mattinata 😛

  3. bibip-roadrunner ha detto:

    Un saluto veloce: la mia connessione e’ morta, saro’ latitante per un po’, perdono. Tra una settima mi avrai gia’ dimenticato? Bacio

  4. utente anonimo ha detto:

    ma quante mani hai?
    ahahaahah

    saluti
    dudu

  5. utente anonimo ha detto:

    aggiungo una cosa al tuo commento sul mio blog…. e quando giungerà ci troverà pronti!.
    dudu

  6. utente anonimo ha detto:

    parafrasando la tettona borghese: quanto ci piace essere comunisti!
    dudu

  7. utente anonimo ha detto:

    no dai mi lusinghi…
    dudu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...